Lutto nel basket: muore dopo aver avuto un malore in campo

Lutto nel mondo del basket. Il drammatico evento è avvenuto durante un match. Ha colpito il 32enne Haitem Fathallah della Fortitudo Messina.

Lutto basket (AdobeStock)
Lutto basket (AdobeStock)

Di eventi drammatici all’interno de campi sportivi ne abbiamo visti. Ricordiamo i drammatici momenti che hanno visto Eriksen accasciato sul terreno di gioco. Quella volta, fortunatamente, tutto si è risolto con un grosso spavento. Ora il danese è con la sua famiglia e cerca di lasciarsi alle spalle l’accaduto.

Diversa è stata la sorte per un giocatore di basket. Il 32enne della Fortitudo Messina, Haitem Jabeuro Fathallah è morto dopo la corsa in ospedale. Il drammatico momento è avvenuto durante il match contro la Dierre Reggio. Il giocatore aveva forti difficoltà a muoversi all’interno del campo da gioco. Poco dopo si è accasciato al suolo perdendo conoscenza.

Un momento concitato che ha portato anche alcuni medici presenti sugli spalti a prestare soccorso. Successivamente è stato trasportato d’urgenza in ospedale, nel tragitto è stato colpito da un arresto cardiaco.

Lutto nel basket: la vana corsa in ospedale

Haitem Jabeuro Fathallah (Instagram)
Haitem Jabeuro Fathallah (Instagram)

I medici presenti una volta notata la situazione drammatica hanno chiesto l’immediato intervento dell’ambulanza predisposta per la rianimazione. Così è iniziata la corsa in ospedale di Reggio Calabria, in cui è morto poco dopo il suo arrivo. Il giocatore è sempre stato nella stato incosciente.

La partita è stata prima sospesa poi si è deciso di continuare. I suoi compagni di squadra hanno saputo la notizia appena dopo la fine dell’incontro. Fathallah è stato un simbolo del basket italiano, conta più di 250 presenze. Il suo arrivo a Messina è avvenuto nella stagione 2016/2017 prima nella Basket School e poi nella Fortitudo.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nella danza, incidente terribile: coinvolti noti ballerini italiani

Quando accadono queste cose, inevitabile che sia i compagni di squadra sia i presenti all’incontro non possono certo dimenticare. Un evento tanto rapido quanto drammatico e che ha portato via il giocatore nato ad Agrigento. Servirà del tempo per riassorbire la ferita causata da questo dramma.