Questi cibi saranno i tuoi alleati per il buon umore, incredibile ma vero

Ci sono cibi che hanno la funzione di appagare solo momentaneamente il nostro senso di sazietà e anche quella cosiddetta pericolosa “fame nervosa”. Accade spesso, quando, nella vita di tutti i giorni, ci sentiamo sotto stress, e il malumore regna sovrano.

Cioccolato di Modica
Cioccolato di Modica

Non è sempre facile gestire una corretta alimentazione camminando lungo il complesso e tortuoso percorso del binomio sapore-salute. In pochi, complici i ritmi quotidiani stressanti, i problemi, le ansie, riescono a non trovare nel cibo una valvola di sfogo. Quando però mangiare equivale “a farsi del male”, il sollievo è solo momentaneo. E allora scattano le patologie, diverse e disparate: dall’obesità alla bulimia, con conseguenze nefaste per il nostro fisico e il nostro sistema nervoso.

I cibi del buon umore: la strada del gusto e della salute nella grande cucina italiana

Esistono alimenti che fanno bene “al nostro cervello”, che rappresentano un vero e proprio toccasana per il nostro umore. Esistono materie prime che hanno una vera e propria “funzione cerebrale” e che nel contempo non intaccano la sfera della nostra salute. Non è certo “rifugiandoci” nel cosiddetto “junk food” che troveremo la soluzione ai nostri problemi.

Per carità, un buon piatto di pasta, una succulenta carbonara, una volta ogni tanto, ci rimette al mondo. Non c’è dubbio. I profumi, le sensazioni della grande cucina italiana, la compagnia giusta a tavola e buon bicchiere di vino, sono quei momenti a cui non vorremmo e non dovremmo mai rinunciare.

E poi ci sono quei cibi che, secondo i nutrizionisti e gli psicologi, oltre a far bene “alla pancia”, hanno proprio una funzione “neurogastronomica”. Il primo a parlare di potere degli alimenti sul cervello è stato lo studioso Gordon Shepherd, che spiega come ambiente, odori, situazione pregressa emotiva, aiutino a vivere il cibo prima con il cervello e poi con la bocca. Un marito, innamoratissimo della propria moglie da una vita, troverà la sua cucina superiore a quella di tutte le altre persone, seppur non priva, di fatto, oggettivamente, di difetti, perché gli ricorda i momenti più belli della sua esistenza. 

Cioccolato fondente e non solo: il vostro umore vi ringrazierà

Ma veniamo alla categoria degli alimenti amici del buon umore. Sono quelli che in fondo, sempre senza esagerare, migliorano la qualità della nostra vita. Alcuni fanno bene anche alla salute, altri un pò meno, ma se non esageriamo, non saranno portatori di cattive conseguenze. Si tratta delle materie prime che contengono il triptofano, nemico numero uno della malinconia, della depressione, del malumore.

Si comincia dal cioccolato fondente, in fondo da sempre alleato anche della salute. Agisce non solo sul nostro buon umore, ma i suoi acidi grassi ci fanno anche bene, in relazione alla nostra bellezza, al nostro corpo. Non scegliamo i surrogati, concediamoci un pezzettino di fondente italiano di quello buono, almeno un 75%. Magari un siciliano di Modica. Il risultato su noi stessi sarà straordinario.

LEGGI ANCHE >>> Pompe di calore e riscaldamento, cosa sono, costi: fanno risparmiare?

E poi ci sono i cereali, quelli che fanno tanto bene alla salute, da sempre, come farro, avena, miglio. I nutrizionisti dicono che rappresentano il passaggio verso la felicità. Le proteine delle uova, ogni mattina, nella giusta quantità, rinforzano il fisico e il cervello. I formaggi stagionati, come parmigiano e pecorino, sono gli acidi grassi di cui non dovremmo mai fare. a meno. E poi nel loro caso si parla di quell’acido glutammico che fa tanto bene al cervello e al palato. I legumi, carichi di ferro e di fibre, aiutano la circolazione, il cuore e naturalmente “corroborano” anche il cervello. E poi la frutta secca, come mandorle, arachidi, anacardi e pinoli. Sono gli alimenti che non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta per essere davvero più felici.

Infine come dimenticare pesce azzurro e salmone? E se fossimo capaci di unire i cibi della salute e del cervello alla grande qualità del made in Italy? Il risultato sarebbe unico.