Pintus su tutte le furie: il suo Facebook bersagliato d’insulti (FOTO)

Il triestino Angelo Pintus, da oltre un decennio, è entrato di diritto nel carnet dei comici più apprezzati, più popolari, del panorama televisivo nostrano.

Pintus (GettyImages)
Pintus (GettyImages)

Classe 1975, Pintus, con la caricatura dei suoi personaggi di Colorado, in primis Zlatan Ibrahimovic, per passare poi a Bruno Pizzul, Josè Mourinho e Valentino Rossi, ha dato “colore e calore” alle nostre serate. La crescita delle sue performance artistiche, il passaggio dalla tv al cinema, l’indimenticabile annata 2016, quando, all’Arena di Verona, ottenne successi strepitosi nelle sue serate, in un palcoscenico storico della cultura italiana. Impossibile non ricordare la sua proposta di matrimonio, davanti a migliaia di persone, tra la commozione generale, alla compagna Michela Sturaro. La donna della sua vita, il suo grande amore, che Angelo sposò l’anno successivo.

Angelo Pintus: i suoi personaggi, la sua schiettezza, ecco chi è il comico triestino

Accanto al suo talento di comico e intrattenitore, alla sua schiettezza, alla sua solarità, al suo meraviglioso rapporto con i fan, Pintus alterna un carattere vero, un atteggiamento mai artefatto, che lo porta anche a reazioni altrettanto forti quando viene colpito nell’intimo. Quando, in particolare, sente palesemente il peso delle ingiustizie. E ancora quando, come in questa occasione, deve difendere tutta la sua categoria. Ovvero i comici, ma anche gli artisti in generale, gli attori di teatro.

Sono i giorni in cui il Governo ha deciso le riaperture dei cinema e dei teatri al 100% di capienza, ovviamente sempre nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria. Da una parte, quindi, personaggi come Angelo Pintus, che vivono di arte, il cui “palcoscenico di vita” sono i teatri, non possono che gioire, finalmente, di fronte alla possibilità concreta che una delle categorie più colpite dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria, possa ricominciare a “vivere”. Soprattutto a sostenere serenamente le proprie famiglie.

Dall’altra ci sono i gruppi No Vax che contestano chi si vaccina, chi segue le norme del Ministero della Salute.

La denuncia su facebook: i No Vax mi attaccano

Pintus, sul suo profilo facebook, denuncia apertamente di subire attacchi, da diversi giorni, da parte di No Vax. Con parole forti, cariche di emotività, dichiara di non capire come sia possibile che tutto questo accada. “Noi rispettiamo le vostre scelte, rispettiamo fino in fondo il fatto che decidete di non vaccinarvi. Voi abbiate rispetto di migliaia di attori, tecnici, operatori di teatro, che finalmente, anche se vaccinati e quindi ai vostri occhi macchiati da un grave peccato, possono finalmente riprendere a lavorare”.

E’ palese che Angelo sostenga quindi la ripresa lavorativa del settore arte e cultura, da troppo tempo ferma al palo. E che, per forza di cose, potrà ricominciare a “operare” a contatto con pubblico e colleghi solo chi è in possesso del certificato di doppia vaccinazione.

Pintus non si ferma qui: “Come possibile che vi auguriate che a teatro e a cinema non vada nessuno, solo perché ci sono persone che hanno deciso di vaccinarsi?

LEGGI ANCHE >>> Uomini e Donne, schiaffo in diretta: la reazione di Maria De Filippi

“Volete il rispetto ma non rispettate niente e nessuno, siete talmente fanatici e fermi sulle vostre posizioni al punto da pensare che solo voi siete nel giusto. E chi non agisce come dite voi, lo considerate schiavo, pecora, sottomesso”.

Il comico triestino conclude così: “Lasciateci lavorare, lasciateci fare quello che sappiamo fare meglio, divertire e intrattenere la gente”.

Commento Facebook di Pintus
Commento Facebook di Pintus