Avocado, il prezzo sale sempre di più? Ecco la risposta

L’avocado è uno dei frutti che, attualmente, è consumato da molte persone. Ma come mai il suo prezzo è così alto? Il motivo è presto detto.

Avocado (AdobeStock)
Avocado (AdobeStock)

Come ben sappiamo, la frutta deve essere necessariamente all’interno della nostra alimentazione quotidiana. Tra le scelte, nell’ultimo periodo, è sempre più diffuso il consumo dell’avocado. Un frutto chiaramente esotico ma che riesce ad essere importante anche come ingrediente. Questo ha la capacità di essere all’interno di tnte ricette.

Dalla conosciutissima salsa guacamole, fino alle preparazioni di cibi salati e all’interno di una insalata. Insomma, la sua versatilità ha fatto aumentare la sua richiesta. Ora in tanti, in giro per il mondo, vogliono averlo nella propria dispensa ed utilizzarlo al meglio.

Ovviamente, non solo la sua versatilità lo rende speciale ma anche le sue innumerevoli proprietà. In prima battuta troviamo il ridotto apporto di zucchero, ottimo per chi ha problemi del metabolismo. Ottimo anche per far calare i livelli di colesterolo cattivo così da dare benefici al cuore. Oltre a fare bene anche alla pelle garantendo un certo livello di giovinezza. Con tutte queste proprietà come mai costa così tanto?

Problema prezzo per l’avocado: come mai costa così tanto?

L’avocado non è un frutto facile da trovare, la sua catena che lo conduce nei supermercati ha un impatto ambientale molto forte. Il processo riguarda la deforestazione, l’impronta idrica, i dipendenti che coltivano il frutto fino ad arrivare ai pesticidi. Nonostante tale deriva, si cerca di far tutto per accontentare il consumatore.

Oggi è un frutto globale ma prima era solo ad uso aristocratico. Era praticamente un’esclusiva per pochi per il fatto che era considerato come una perla esotica. Negli anni ’70, la questione è decisamente cambiata. L’avocado viene venduto al pezzo nei supermercati e le vendite sono sempre più importanti.

LEGGI ANCHE >>> Avocado, come coltivarlo in casa? Ecco la guida passo dopo passo

Negli Stati Uniti, ad esempio, la stima dei prezzi all’ingrosso è cresciuta del 129% rispetto ad un anno fa. Questo aumento, come riportato dal sito proiezionidiborsa.it, è semplicemente legato alla più classica delle leggi economiche: quella della domanda e offerta. Sul frutto ci sono tante richieste ma poca produzione. Per questo motivo, il prezzo è destinato a crescere sempre di più.