Sandro Giacobbe, lo ricordate agli esordi? Sorprendente cambiamento (FOTO)

Tra gli ospiti di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno ci sarà anche Sandro Giacobbe. Ve lo ricordate com’era negli anni Settanta? Il cambiamento è incredibile. 

Sandro Giacobbe (Instagram)
Sandro Giacobbe (Instagram)

Tra i cantanti e autori più celebri negli anni Settanta c’era Sandro Giacobbe con le sue canzoni che hanno scalato le classifiche musicali italiane. Ultimamente il suo nome è salito alla ribalta a causa della denuncia social della comica dei The Jackel Aurora Leone il giorno prima della Partita del Cuore.

“Ma quale cacciata dal tavolo perché donna – aveva detto in quell’occasione – questa è tutta una bufala per avere più follower!”. Dopo quella parentesi, del cantante non si è detto più niente. Ma conosciamolo meglio, sia dal punto di vista professionale che privato.

Chi è Sandro Giacobbe: età, data e luogo di nascita, famiglia, inizi

  • Nome: Sandro Giacobbe
  • Data di nascita: 14 dicembre 1949
  • Età: 71 anni
  • Luogo di nascita: Genova
  • Segno zodiacale: Sagittario
  • Professione: cantante e autore 

Sandro Giacobbe è nato a Genova il 14 dicembre 1949 sotto il segno del Sagittario. Arriva da una famiglia operai, padre siciliano e madre della Basilicata, emigrata al Nord per cercare fortuna. E’ cresciuto insieme a due fratelli.

L’amore per la musica era talmente forte che a 16 anni, mettendo da parte gli studi di ragioneria, decide di formare la band Giacobbe & le Allucinazioni con alcuni amici. Con loro inizia le prime esperienze, esibendosi in diversi locali liguri.

La carriera: i successi di Giacobbe

Dopo il flop delle prime canzoni pubblicate con l’etichetta Dischi Ricordi, decide di passare alla casa discografica CBS, valorizzandolo come autore di testi. Ma il successo arriva nel 1974, con il 45 giri che contiene Signora mia (che poi sarà la titletrack del suo primo album) e Signora addio.

La popolarità vera e propria arriva due anni dopo con il terzo posto a Sanremo con il brano Gli occhi di tua madre ed il successo del brano d’estate Il mio cielo, la mia anima. Negli anni seguono diverse produzioni, tra cui Sarà la nostalgia che diventerà una vera e propria hit del 1982. Tra i suoi brani più famosi e apprezzati ci sono, inoltre, Il giardino proibito a Primavera e Portami a ballare.

Negli ultimi anni non ha mai lasciato l’attività musicale, continuando a scrivere e comporre musica. Tuttavia, la sua passione per lo sport e per il calcio lo hanno fatto avvicinare alla Nazionale Italiana Cantanti, con la quale diventa prima un difensore e poi allenatore.

Sandro Giacobbe, vita privata: moglie e figli

Sandro Giacobbe e Marina Peroni (Instagram)
Sandro Giacobbe e Marina Peroni (Instagram)

Esattamente come la sua vita professionale, anche quella privata è stata piena di soddisfazioni. Sandro è stato sposato con una donna, il cui nome non è noto, che lo ha reso padre per ben due volte di Andrea e Alessandro.

Dopo la fine del suo matrimonio, Giacobbe ritrova la felicità e la serenità accanto alla collega cantautrice Marina Peroni, con la quale condivide la sua quotidianità da diversi anni. Marina è madre di Erka, una ragazza con cui Sandro ha un ottimo rapporto. Vivono tutti insieme a Genova, la città a cui è legato.

La doppia malattia: il figlio come il padre

Nonostante i successi e la splendida famiglia che si è costruito, Sandro Giacobbe ha affrontato anche momenti molto difficili e dolorosi. Tempo fa ha confessato che a suo figlio Andrea gli era stato diagnosticato un tumore all’addome. Il ragazzo, che all’epoca aveva 13 anni, ha dovuto affrontare un intervento chirurgico e la chemioterapia.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nella Nazionale Cantanti, che dolore per Gianni Morandi

Poco tempo dopo ha avuto una recidiva che ha attaccato il fegato, ma fortunatamente, grazie alle cure e alla diagnosi tempestiva, ne è uscito fuori. Stesso destino è capitato a lui anni dopo. Quando i medici gli hanno diagnosticato il cancro alla prostata. Anche in questo caso è andato tutto per il meglio, dopo essersi sottoposto ad un intervento.

Sandro Giacobbe, ieri e oggi
Sandro Giacobbe, ieri e oggi