Elezioni comunali, come sono andati i No Vax? Risultati incredibili

Elezioni comunali 2021: c’è un Movimento, in Italia, che ha iniziato davvero dal nulla. E che dallo 0 virgola, da cui è cominciata la sua storia, appena due anni fa nel 2019, è arrivato a toccare anche il 5% di preferenze in alcune città, nelle recentissime amministrative che si sono concluse ieri alle 15 in tutto il Paese.

No vax (AdobeStock)
No vax (AdobeStock)

 

Un risultato davvero inatteso, se pensiamo che in alcune località i candidati di questo neonato “partito”, hanno addirittura superato i Cinque Stelle. Loro sono il Movimento 3V, ovvero Vaccini Vogliamo Verità, chiaro messaggio dal contenuto apertamente ostile nei confronti dei vaccini, nel complesso panorama sanitario odierno post emergenza.

Indubbio pensare che, il clima teso e carico di dubbi legato al Coronavirus che ci attanaglia da oltre un anno, sia servito a rafforzare ampiamente i consensi di un gruppo che ha di certo intenzione di arrivare in Parlamento e sullo scranno dei consigli comunali italiani, ma più di ogni altra cosa, sicuramente, vuole guadagnare proseliti, prendere terreno, riuscire a coinvolgere sempre di più l’opinione pubblica su un tema caldissimo e oggi più che mai attuale.

Elezioni comunali, Movimento 3V: c’era una volta il Partito 0 Virgola

Crescono a vista d’occhio i dubbiosi, gli scettici, contro il vaccino anti-Covid 19, aumenta quindi concretamente la possibilità che il Movimento 3V nel prossimo futuro possa anche raggiungere l’ambizioso obiettivo di avere un proprio portavoce, addirittura, chissà, a Palazzo Chigi. Intanto però è arrivato un risultato incredibile: quello di avere un proprio uomo, un proprio rappresentante, all’interno di un consiglio comunale, quello di Rimini.

Un fatto è certo, loro non sono più il partito zero virgola, e i risultati confortanti e inattesi di comuni come Trieste e Rimini lo dimostrano. Nelle due città capoluogo il 5% ottenuto, per un movimento che ha iniziato da pochissimo il suo arduo percorso nel mondo politico, è un dato davvero sorprendente. E non si può ignorare il fatto che, sia in Friuli sia in Romagna, il partito di coloro che dicono no ai vaccini abbia superato il Movimento Cinque Stelle, che esce con le ossa rotta da queste amministrative 2021.

Elezioni comunali: l’ascesa dei No Vax, il crollo dei Pentastellati

Non sono poche le storie di uomini e donne che giuravano amore eterno ai Cinque Stelle e che ora, proprio per queste posizioni così divergenti sui vaccini, sono passati con Movimento 3V e addirittura si sono candidati a sindaco tra le loro fila. Parliamo di Andrea Tosatto, artista e cantautore di alcuni brani di eterno amore per i pentastellati. Ha avuto il coraggio addirittura, dopo una vita con M5S, di presentarsi come candidato sindaco dei 3V a Bologna. E’ arrivato a ottenere una preferenza dell’1,6% dei voti. Non è da meno la storia del friulano di Udine ed ex M5s Ugo Rossi, che si è presentato come candidato sindaco per Trieste. Incredibilmente inatteso il suo risultato visto che ha ottenuto un 4,46%.

Angelini eletto in consiglio comunale di Rimini

Significativa la storia di Matteo Angelini. Rimini si conferma in questo senso un buon terreno di raccolta per i No Vax. Superare il 4% delle preferenze, ed entrare in consiglio comunale: chi lo avrebbe mai immaginato? Alle Regionali, sempre nella città romagnola, il Movimento 3V non aveva superato gli 800 voti. Oggi ci sono oltre 2600 persone che hanno scelto di dare la loro preferenza ai No Vax italiani. Mentre i Pentastellati, sempre a Rimini, fanno registrare un crollo vertiginoso, passando da un 5,42 a un 2,45.

Altri candidati illustri del Movimento 3V, nelle città chiave italiane, hanno ottenuto ampi consensi, anche se non ce l’hanno fatta a entrare nei rispettivi consigli comunali.

Ci sono da registrare i grandi risultati di Andrea Tosatto a Bologna e di Luca Teodori nella Capitale, oltre cinquemila preferenze a Roma.

Anche se i voti ottenuti non hanno portato nemmeno all’1%. Da raccontare, seppur anche in questo caso non hanno portato a nulla a livello di posti in consiglio comunale, i risultati del famoso medico lombardo Teodosio De Bonis. Lui è uno dei simboli della battaglia No Vax, che ha ottenuto, a Milano, i voti di oltre 2.000 cittadini.

LEGGI ANCHE >>> Amministrative Napoli, Manfredi nuovo sindaco: ecco chi è l’ex Ministro

Sono state invece circa 1.500 le preferenze ottenute nelle città di Napoli e Torino dai rispettivi candidati del Movimento 3V, ovvero Giovanni Moscarella e Paolo Alonge.