Luca Morisi è gay? La rivelazione inaspettata del parlamentare leghista

Mentre le indagini sulla detenzione di sostanze stupefacenti continuano ad andare avanti. La vita privata di Luca Morisi è posta sotto la lente d’ingrandimento. Soprattutto dopo le dichiarazioni del parlamentare leghista. 

Luca Morisi (Google Images)
Luca Morisi (Google Images)

Dietro una denuncia presentata lo scorso 14 agosto, la Procura di Verona ha iniziato delle indagini che hanno portato ad indagare su Luca Morisi per detenzione e cessione di stupefacenti. Il social media della Lega e di Matteo Salvini ha dovuto lasciare il suo posto come addetto alla comunicazione.

Le accuse dello spin doctor del Carroccio gli sono state rivolte da due uomini di origine romena. I due hanno rivelato agli inquirenti che Morisi gli aveva consegnato alcune dosi della droga dello stupro. Secondo quanto riferito, le dosi sarebbero state un regalo ricevuto durante un festino.

Tuttavia, le indagini sulla responsabilità della “Bestia” di Matteo Salvini stanno andando avanti. Sarà, infatti, la magistratura a rivelare se le accuse su Morisi sono fondate o meno. Quello che è sicuro è che sulla Lega è caduta una tegola molto pesante. Soprattutto a pochi giorni dalle elezioni amministrative che vedono coinvolte città come Roma, Torino, Napoli e Milano.

Luca Morisi è gay, parla Simone Pillon: “Adesso capisco tutto”

Durante un’intervista rilasciata a Il Foglio, Simone Pillon ha fatto delle rivelazioni in merito a Luca Morisi. Il senatore leghista ha confessato come il social media del partito e di Salvini non gli sia mai piaciuto.

Il parlamentare, inoltre, ha detto che non condivideva i suoi metodi e l’enorme strapotere che il partito gli ha dato in questi anni. Infatti, era lo stesso Morisi a decidere chi andava in televisione e chi no, decidendo sulle questioni più importanti del Carroccio. “Mi ha sempre fatto la guerra – rivela – ora capisco tante cose”.

Poi ha puntato il dito sull’orientamento sessuale dell’addetto alla comunicazione della Lega: “Adesso capisco quando a Verona, al congresso mondiale della famiglia, Morisi si mise di traverso – ha detto Pillon – Non voleva che Matteo vi partecipasse, diceva che era divisivo, poco conveniente politicamente”.

LEGGI ANCHE >>> “Inglesi schifosi”: Matteo Salvini nella bufera sui social

Per il momento Luca Morisi non ha risposto a Pillon in merito a queste affermazioni fatte al giornale Il Foglio. D’altronde, lo spin doctor di Salvini, adesso, ha altre questioni più importanti a cui pensare. Ma sicuramente, conoscendo il suo metodo, non lascerà correre a queste parole.