Attenzione a questo cuscino per neonati: ritirato dal mercato

Un problema serio con un cuscino per neonati ha fatto scattare l’allarme in casa Artsana, società a capo della Chicco. Vediamo per quale motivo.

Cuscino Chicco (AdobeStock)
Cuscino (AdobeStock)

La segnalazione di un serio problema che riguarda un cuscino per neonati è arrivata dall’azienda che lo ha prodotto. L’Artsana, società che fa riferimento alla Chicco, ha deciso di toglierlo dal mercato. La motivazione sarebbe nella possibilità di soffocamento. Una soluzione obbligata per evitare di mettere in serio pericolo la vita dei bambini.

La misura è preventiva, chiaro messaggio per salvaguardare tutti i bambini che avrebbero avuto a che fare con il cuscino. Immediatamente la società lo ha ritirato dal mercato senza pensarci troppo. La decisione è arrivata dagli Stati Uniti, dove la The Boppy Company, insieme alla Commissione per la sicurezza dei prodotti, ha in seguito divulgato un richiamo volontario.

La società che produceva il cuscino, la Boppy Company, aveva già ritirato prodotti per neonati. Il Newborn Lounger, un cuscino che aveva già provocato danni irrimediabili. Il ritiro del Newborn Lounger ha fatto muovere l’Artsana che ha ritirato il proprio cuscino prima che fosse troppo tardi.

Chicco, il cuscino ritirato dal mercato

Il prodotto di riferimento ritirato dal mercato è il Boppy Hug Nest (Nido di Coccole). Nel comunicato divulgato dalla società si sconsiglia di utilizzarlo per il sonno dei bambini, specialmente senza che ci sia la presenza di un adulto. Proprio per evitare il rischio di soffocamento.

Le dinamiche possono essere varie. Ma potrebbe accadere che un movimento del bambino lo possa portare in una posizione in cui trovi difficoltà a respirare. Per fortuna, la società è intervenuta tempestivamente tale da procedere ad una misura preventiva. A differenza dell’alto cuscino sempre prodotto dalla Boppy Company. Il Newborn Lounger avrebbe causato, come diffuso dalla Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti, ben 8 morti di neonati. La commissione ha preso come riferimento il periodo che va dal 2015 al 2020.

LEGGI ANCHE >>> Cuscino intelligente per coprire tutti i rumori: ecco come funziona

E per chi lo ha già acquistato? Oltre a sospendere il suo utilizzo, come riporta il sito money.it. per avere il rimborso totale o parziale è possibile relazionarsi al servizio consumatori Artsana. Infatti, per i rimborsi esiste una sezione dedicata sul sito della Chicco. In alternativa è possibile contattare telefonicamente al numero 800 188 898.