Videogiochi, danneggiano la salute fisica? La risposta è incredibile

I videogiochi sono sempre al centro di opinioni discordanti. Molto spesso legati a stereotipi molto pesanti ma uno studio potrebbe cambiare tale concezione.

Videogiochi, fanno male (AdobeStock)
Videogiochi, fanno male (AdobeStock)

I videogiochi hanno accompagnato, e lo fanno ancora oggi, molte persone nel corso della loro vita. Questi, però, sono sempre al centro di forti discussioni sul fatto che possano far male. L’attività di videogiocare è vista in maniera, spesso, negativa.

Naturalmente, come per altre cose, guai a farne un abuso. Farsi assorbire completamente dai videogiochi può essere davvero pericoloso. Questo discorso vale anche per altre tantissime cose. Videogiocare è intrattenente ed è piacevole ma va fatto con parsimonia.

Uno studio recente potrebbe cambiare alcune concezioni che si hanno per chi videogioca. Soprattutto quella che riguarda la poca attività fisica che porta, nell’immaginario collettivo, ad una visione del videgiocatore sedentaria e con forti problemi di peso.

Videogiochi: la ricerca che potrebbe cambiare tutto

Lo studio è condotto dalla piattaforma di analisi del mondo dei videoggiochi competiti, Stakester. I ricercatori hanno dimostrato come ci siano dei vantaggi a videogiocare. Vantaggi che non riguardano solo il miglioramento delle capacità visuo-spaziali e del problem solving. Videogiocare aiuta anche la condizione fisica del soggetto.

La ricerca della piattaforma si è verificata con un campione misto di 50 gamer con sessioni di gioco da due ore. I giochi scelti sono stati Fifa e Warzone. Dopo attente analisi si è visto come i maschi abbiano bruciato 420 calorie mentre le donne siano arrivare a bruciarne 470. Tali numeri corrispondono a ben 1000 addominali.

Come riportato dal Corriere della Sera, così si è espresso Tom Fairey, CEO e fondato della piattaforma: “Sappiamo tutti che la competizione aumenta la nostra frequenza cardiaca e la maggior parte di noi ha sperimentato il sudore di gioco, che si presenta quando si cerca un gol dell’ultimo minuto in Fifa o si affronta una situazione molto tesa in Warzone. Non è una sorpresa che questo bruci calorie, ma siamo sorpresi di vedere quante ne vengono bruciate durante una sessione di due ore”.

LEGGI ANCHE >>> EA sotto attacco informatico: 780 GB di dati rubati, c’entra anche FIFA

Insomma, la ricerca ci induce a pensare che videogiocare, senza esagerare, non faccia così male come qualcuno dice. Inoltre, sembra che faccia bene anche al fisico e che, quindi, anche uno storico stereotipo cada inesorabilmente.