Attenzione agli sconti, possono nascondere delle insidie

I consumatori di tutto il mondo fanno di tutto per acquistare prodotti a prezzi scontati. Ma non sempre gli sconti portano dei benefici.

Sconti (AdobeStock)
Sconti (AdobeStock)

La corsa ai prodotti in sconti viene effettuata praticamente da tutti. Per molti, risparmiare è una ragione di vita. Ma non sempre procedere all’acquisto di prodotti in sconto può portare dei benefici. Prima di mettere un prodotto nel nostro carrello dovremmo valutare molto attentamente.

Tutti i prodotti che si vedono scontati hanno delle motivazioni alle spalle che non riguarda la loro qualità. Quante volte vediamo prodotti di marchi importanti scontati? Il nocciolo della questione riguarda, piuttosto, il perché un supermercato dovrebbe vendere un prodotto ad un prezzo scontato. Qui ruotano tutte le riflessioni che un cliente e consumatore dovrebbe porsi.

Su una cosa possiamo stare tranquilli: nessun market abbassa gli standard qualitativi sotto la soglia stabilita per legge. In Italia, tale cosa, non potrà mai accadere. In questo caso il bivio della scelta è personale: o si va verso la direzione del risparmio oppure si va verso l’acquisto dei prodotti che abitualmente compriamo.

Ecco la pericolosità della scelta sugli sconti

Come riporta il sito proiezionidiborsa.it, una scelta pericolosa è quando ci si trova dinnanzi al famoso ‘svuotatutto‘. Questa è una trappola che non tutti sanno schivare. Il concetto dello svuotatutto si rifà ad una legge semplice dell’economia di scala: più la quantità producibile è grande e meno costa. Tale aspetto vale anche per l’offerta, più prodotto compriamo e meno ci costa.

Il problema sorge esattamente qui, l’acquisto di grandi quantità di prodotti devono essere collegate a chi l’ha acquista. Se vengono acquistate da una famiglia allargata oppure se vengono acquistate da una famiglia piccola o da un unico soggetto. Al di là dello spreco alimentare, qui c’è un discorso dell’utilità marginale decrescente.

LEGGI ANCHE >>> Supermercati, dove si risparmia? Ecco la classifica dei marchi migliori

La legge economica di riferimento ci dice che ogni quantità in più che prendiamo non darà mai la stessa soddisfazione della precedente. La soddisfazione andrà via via scemando andandosi completamente ad azzerarsi. Ed è questo il nocciolo della questione: le grandi quantità non vanno bene per tutti, attenzione a questi particolari perché non sempre si risparmia.