Denise Pipitone, ci sono novità? Rivelazione sconvolgente di Piera Maggio

Il caso di Denise Pipitone continua a far discutere. Torna a parlare Piera Maggio, che attraverso i social si sfoga su una questione.

Denise Pipitone (Google Images)
Denise Pipitone (Google Images)

Il caso Denise Pipitone ha infiammato le tv per tutto l’inverno dopo che per qualche giorno si era avuta la speranza di poterla ritrovare. Una ragazzo russa, infatti, si era mostrata al mondo intero come la possibile bambina scomparsa a Mazara del Vallo anni fa.

Nonostante l’esito negativo delle ricerche, la storia di Denise Pipitone è venuta fuori prepotentemente di nuovo. Per tutto l’inverno, tutte le televisioni d’Italia hanno parlato sempre e solo del caso della piccola scomparsa a Mazara del Vallo, proprio come era avvenuto 17 anni fa.

Denise Pipitone: mamma Piera alza la voce

Naturalmente in questo tempo in cui i riflettori sono stati spenti mamma Piera ha continuato indomita a cercare la sua bambina, senza mai riuscire a trovarla. Tanti sono stati gli appigli in questi anni per provare ad avere un po’ di speranza. Sogni sempre disillusi dalla triste realtà.

In questi giorni però, attraverso il proprio profilo Facebook, Piera Maggio è tornata a parlare: “Alcuni di voi mi stanno chiedendo se ci sono novità”. La mamma di Denise ha poi proseguito: “Non ce ne sono e se ce ne fossero saremo gli ultimi a saperlo”. Il riferimento è naturalmente ai fatti degli ultimi mesi, dove tutto sembrava dover essere più a portata di telecamera.

LEGGI ANCHE >>> Denise Pipitone, parla Anna Corona: “Avete fatto troppi giochetti”

Un caso eclatante è stato quando i Carabinieri hanno controllato in diretta televisiva nuovamente la casa di Anna Corona, mentre mamma Piera non ne sapeva niente. Più avanti infatti, rispondendo ad un altro utente ha affermato: “Abbiamo notato che le notizie arrivano prima ai giornalisti che a noi”. Staremo a vedere, la speranza è che la piccola Denise possa prima o poi tornare a casa.

Messaggio di Piera Maggio (Facebook)
Messaggio di Piera Maggio (Facebook)