Decreto Sostegni, arriva un buona notizia: addio a questa tassa

Arriva una buona notizia per i cittadini italiani. Il Decreto Sostegni prevede l’eliminazione di una tassa che ha sempre dato fastidio. Ecco di cosa si tratta.

Decreto Sostegni (Adobe Stock)
Decreto Sostegni (Adobe Stock)

L’impatto del virus Covid-19 ha spinto il governo a prendere delle misure straordinarie per aiutare tutte quelle persone che sono andate in difficoltà durante e nel post lockdown. Parliamo non solo delle famiglie, ma anche di tutte le attività professionali, dei giovani e dei vari servizi territoriali.

Proprio per questo è stato introdotto il Decreto Sostegni, un decreto legge che introduce delle importanti misure a sostegno dei lavoratori e non solo. Un importo di 60 milioni di euro erogati mano a mano nel corso dell’anno. Tuttavia, questa norma non eroga solo dei contributi ma solleva i consumatori da una tassa fastidiosa.

Come molti sapranno, ogni anno milioni di automobilisti sono obbligati a pagare il bollo auto. Una tassa che genera dei mal di pancia, soprattutto perché le spese per mantenere un’auto non solo di certo leggere. Tuttavia, le cose adesso potrebbero cambiare perché molti possono beneficiare della decisione del governo di cancellare la tassa.

Decreto Sostegni, bollo auto cancellato: quello che devi sapere

Chiunque possiede un’auto conosce bene il bollo auto. Questo non è altro che una tassa che va ad alimentare le casse regionali. L’imposta deve essere pagata necessariamente ogni anno, altrimenti si rischi di incorrere in multe. Tuttavia, da diverso tempo molti automobiliste chiedono al governo la cancellazione della tassa.

Adesso le molteplici richieste degli automobilisti potrebbero essere ascoltate. Infatti, proprio grazie al Decreto Sostegni e alla decisione del governo di cancellare le cartelle esattoriali, fino alla somma di 5 mila euro (dal 2000 al 2010) per cittadini che hanno un reddito al di sotto dei 30 mila euro, il desiderio potrebbe essere esaudito.

Moltissimi potranno salutare definitivamente i vecchi bolli dell’auto che non avevano pagato. E quindi cancellare i debiti che si portano dietro da qualche tempo. Tale misura prevede di essere introdotta entro la fine dell’estate. L’annullamento sarà automatico e gli automobilisti non dovranno fare nessuna richiesta.

LEGGI ANCHE >>> Batosta per la Chiesa: dovrà pagare una cifra da capogiro in tasse

Inoltre, ci penserà l’Agenzia delle Entrate – Riscossione a selezionare chi sono gli automobilisti che possono beneficiare di questa misura. Per evitare che anche chi non ha i requisiti possa usufruire di questo vantaggio.