Vaccino, giornalista riceve la dose: poco dopo il dramma

La giornalista è morta lo scorso maggio, dopo aver ricevuto la sua dose di vaccino contro il Covid-19. Pochi giorni fa, il marito, ha svelato l’ultimo gesto della moglie, prima della scomparsa. 

Vaccino Covid-19 (AdobeStock)
Vaccino Covid-19 (AdobeStock)

Lisa Shaw è si è spenta a maggio, una settimana dopo aver ricevuto il suo vaccino contro il Covid. La giornalista, che lavorava per la BBC Newcastle e aveva 44 anni, ha avvertito forti mal di testa a causa di un’emorragia cerebrale. Nulla hanno potuto fare i medici.

Come ha raccontato suo marito Gareth Eve, gli ultimi momenti della presentatrice televisiva sono stati trascorsi insieme a lui, presso l’ospedale in cui era stata ricoverata. L’uomo ha raccontato gli ultimissimi istanti di vita della moglie e cosa gli ha detto prima della morte.

Proprio ai microfoni della BBC, Eve ha detto che quel giorno si era recato dalla moglie, poco prima che morisse. “Sono andato a trovarla – ha detto – ma lei mi ha detto di andare a casa a vedere nostro figlio, perché era tardi”. Poi l’ultimo gesto: “Mi ha detto ‘Sono stanca’, le ho dato l’ultimo bacio e poi non le ho più parlato”.

Vaccino AstraZeneca letale: muore dopo una settimana

Lisa Shaw si è spenta una settimana dopo aver ricevuto la dose del vaccino AstraZeneca. Il certificato rileva che il decesso è stato a causa di una complicazione della vaccinazione da Covid-19. La giornalista ha sviluppato i sintomi pochi giorni dopo il siero, e si è ammalata gravemente.

La donna è morta a maggio alla Royal Victoria Infirmary di Newcastle, dopo essere stata curata per diverso tempo in terapia intensiva per coaguli di sangue ed emorragie. Aveva 44 anni.

Secondo quando è stato riferito, la presentatrice della BBC non aveva problemi di salute. Il marito, inoltre, ha rivelato come la donna fosse felice ed entusiasta di ricevere il vaccino, così da poter riabbracciare la madre.

LEGGI ANCHE >>> Giornalista muore dopo la prima dose di vaccino, la famiglia contro AstraZeneca

Il marito, inoltre, ha sottolineato come, nonostante la tragedia che lo ha colpito direttamente, non è assolutamente contrario al vaccino. Anzi, si è manifestato grato a tutti coloro che stanno lavorando per rimettere in piedi il paese e far tornare la vita a quella che era prima del virus.