Euro 2020, la vittoria è un segno della Madonna per Roberto Mancini?

La vittoria dell’Italia a Euro 2020 potrebbe essere un segno divino. Almeno così sembra essere dalle parole del CT della nazionale Roberto Mancini. 

Roberto Mancini, la Madonna (GettyImages_AdobeStock)
Roberto Mancini, la Madonna (GettyImages_AdobeStock)

Il trionfo degli azzurri è stato inaspettato per molti. Ma Roberto Mancini ci ha sempre creduto. Il Commissario Tecnico della nazionale italiana non ha mai pensato che l’Italia fosse meno delle altre squadre, nonostante la mancata qualificazione al Mondiale di Russia nel 2018.

Il motivo che ha spinto il CT azzurro a credere che la nazionale potesse conquistare il tetto d’Europa è la grande fede e la devozione alla Madonna. Mancini ha rivelato che crede nell’apparizioni di Medjugorje: “Ci sono andato diverse volte – ha confessaro al settimanale “Oggi” – ho parlato anche con diversi veggenti”.

Poi ha confessato che tutte le persone che pregano e hanno fede, possono confidare in un grande aiuto. “Una volta che si inizia e poi si va avanti un po’ alla volta, si ha un grande beneficio e si matura come persone”.

Mancini, il pellegrinaggio a Medjugorje: il primo segno divino

Poi ha raccontato della prima volta che è andato in pellegrinaggio dalla Madonna di Medjugorje. Già ne aveva parlato con il cappellano della Sampdoria, quando giocava nel club, e poi è riuscito a recarsi sul posto nel 2012, dopo aver parlato con il giornalista Paolo Brosio.

Proprio in quella circostanza, ha incontrato nella piccola cittadina dell’Erzegovina la veggente Vicka, che qualche giorno prima gli era apparsa in sogno e rimane immediatamente folgorato da quella vicenda.

A quel tempo, Mancini allenava il Manchester City e in quella circostanza riceve il primo segno divino. Mancavano 6 giornate e il suo club aveva 8 punti di distacco dal Manchester United. Una distanza difficile da colmare.

Tuttavia la sua squadre riesce a prendere punti e recuperate tutto lo svantaggio, vincendo la Premier League all’ultimo secondo dell’ultima giornata di campionato. Era il 13 maggio, il giorno della prima storica apparizione della Madonna a Fatima. Una coincidenza a cui Mancini non ha mai creduto.

Euro 2020, nel segno della Madonna?

Proprio questa grande devozione di Mancini verso la Madonna, fa pensare che dietro alla vittoria degli azzurri a Euro 2020 ci sia la benedizione dal cielo. Ovviamente, il CT è stato sicuramente aiutato da una squadra che è riuscito a seguire ogni sua indicazione e che non lo ha lasciato da solo.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, doveva fare l’architetto e ora gioca in Nazionale: chi è?

Tuttavia, se davvero i trionfi di Mancini sono dettati, anche, da segni divini, speriamo che lo siano anche fra un anno e mezzo, quando l’Italia andrà in Qatar a giocarsi i Mondiali del 2022.