Al Bano clamoroso: svela nel dettaglio come sarà divisa la sua eredità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:49

Al Bano mette a tacere le indiscrezioni che si erano scatenate circa la divisione della sua eredità. Adesso è tutto chiaro.

Al Bano (GettyImages)
Al Bano (GettyImages)

Dalla politica allo spettacolo, la questione dell’eredità è senz’altro un tema di stringente attualità. Dalla proposta di Enrico Letta, segretario del PD, di tassare le successione più generose in modo più salato fino alle dichiarazioni dell’attore e produttore Luca Barbareschi, che ha preso l’impopolare decisione di non lasciare nulla del suo patrimonio ai suoi figli.

Adesso la parola è passata ad Al Bano Carrisi, uno delle più celebri (e agiate) icone della musica italiana. Il Leone di Cellino ha dovuto arrestare in prima persona il flusso incontrollato di illazioni circa la divisione della sua eredità con la sua numerosa prole. Ecco cosa ha dichiarato.

Al Bano, come sarà spartita la torta dell’eredità

Dopo le ipotesi che avevano preso a circolare Al Bano ha dovuto smentire innanzitutto questa indiscrezione: «Non ho mai pensato né mai detto che darò tutta l’azienda a mio figlio Bido». É quanto ha dovuto precisare Carrisi a TgCom24.

Il gossip aveva preso forma in seguito alle dichiarazioni sibilline di Jasmine Carrisi, primogenita di papà Al Bano e della seconda moglie Loredana Lecciso. La giovane, anch’essa prestata alla musica, aveva sottolineato a Diva e Donna che dopo la fine del liceo in Svizzera Bido necessitava di intraprendere un percorso di studi per gestire la tenuta paterna.

LEGGI ANCHE >>> Tenuta Al Bano: avete mai visto l’hotel del cantante? – Foto

L’azienda agricola che produce vino e olio in Salento è corredata di Villa e di paesaggio da sogno. Vale una fortuna, e se Bido la avesse effettivamente ereditata per tutti gli altri sarebbero rimaste le briciole.

Dunque, il cantante ha dovuto precisare con urgenza che si trattasse di una frase male interpretata. Il suo obiettivo per quanto riguarda la spartizione del suo patrimonio: «ho suddiviso tutto in parti uguali. Sono già partito con un 10 per cento per tutti e col tempo sarà diviso tutto, ma proprio tutto, in parti uguali». Nessun erede unico come si era insistentemente vociferato, dunque. Il cuore di Al Bano è abbastanza grande per tutti.