Altro che stop alle mascherine, l’esperto: “Le porteremo per sempre”

Il rinomato professor Galli ha parlato dello stop alle mascherine: potrebbero tornare? Oppure non andare mai via definitivamente?

Mascherine (AdobeStock)
Mascherine (AdobeStock)

Ospite fisso a L’Aria che tira e non solo, il Professore di infettivologia all’Università di Milano Massimo Galli è da sempre considerato il più prudente tra gli esperti virologi che hanno accompagnato la discussione pubblica in materia di pandemia Covid-19.

Considerato da molti un profeta di sventura, ha avuto ragione nel mettere in guardia dai rischi di una seconda ondata. Era molto perplesso e poco ottimista anche quando il governo Draghi annunciò le prime riaperture in Aprile. Per fortuna, grazie alla campagna vaccinale, i suoi fondati timori non hanno avuto modo di avverarsi.

Adesso, dopo un breve silenzio, è tornato a parlare, intervistato su La7. Ha parlato tra le altre cose dello stop dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Ancora una volta ha tenuto fede alla sua intransigenza. Oppure in questo caso si tratta di ottimismo?

Mascherine, non le lasceremo mai?

Le mascherine di protezione sono state accolte con diffidenza e fastidio dagli italiani, mai soliti ad indossarle quotidianamente come alcuni popoli asiatici e poco avvezzi culturalmente a prescrizioni di questo tipo. Ma Massimo Galli ritiene che questo, anche a pandemia debellata, potrebbe cambiare.

A L’Aria che tira il professore ha parlato del fatto che le mascherine sono riuscite a salvare la popolazione anche dall’influenza stagionale, oltre che dal Covid, preservando migliaia di vite. «Io penso che le mascherine non usciranno dal nostro costume», ha osservato Galli, mai preoccupato dall’impopolarità e sempre interessato al solo rigore scientifico.

LEGGI ANCHE >>> Il Prof. Galli sulle possibili chiusure: “Piste da sci andavano già chiuse prima”

Secondo Galli, è opportuno e necessario non mettere da parte la mascherina almeno fino al prossimo inverno. E sarebbe un bene non accantonarla mai del tutto, per proteggersi dalle influenze stagionali. Che il dispositivo di protezione possa davvero diventare nostro compagno inseparabile?