Alimenti con sostanze tossiche: maxi sequestro in corso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:55

Dopo diverse segnalazioni delle associazioni dei consumatori e la conseguente indagine delle forze dell’ordine. Alcuni alimenti hanno presentato delle sostanze chimiche pericolose per la loro tossicità. Partito il maxi sequestro in tutta Italia.

Alimenti con semi di sesamo (AdobeStock)
Alimenti con semi di sesamo (AdobeStock)

Immediatamente dopo che le associazioni dei consumatori avevano sottolineato che alcuni alimenti potevano presentare tracce di sostanze chimiche illegali, le indagini sono partite con le dovute analisi del caso. Proprio i risultati delle analisi hanno mostrato una verità sconvolgente, ovvero la presenza di una sostanza altamente pericolosa e tossica.

Stando a quanto riferito, i semi di sesamo che arrivavano da Paesi come Cina, India, Paraguay e Argentina sono finiti sotto l’occhio del ciclone. Questo perché è stato rivelato che al loro interno presentavano l’ossido di etilene, superando oltre le 500 volte la dose prevista dalla legge del settore alimentare.

Le autorità del caso, impersonate dalla guardia di finanza, hanno sequestrato oltre 500 tonnellate di semi di sesamo in tutto il Paese, da nord a sud Italia.

Alimenti con ossido di etilene

Dopo che è stato scoperto che all’interno dei semi di sesamo c’era l’ossido di etilene, una sostanza altamente tossica e dannosa per l’organismo umano. La guardia di finanza ha aperto un’indagine per scoprire i responsabili che hanno portato e commerciato tali prodotti in Italia.

Infatti, secondo le prime indiscrezioni che sono arrivate alla stampa, in mezzo ci sono oltre 30 imprenditori italiani che sembrerebbero collusi con i loro fornitori dei Paesi esteri sopra citati. Tutti loro sono accusati dalle autorità di aver commerciato alimenti con sostanze pericolose.

Ad avere in mano le indagini è la guardia di Finanza di Torino. Il corpo militare delle fiamme gialle ha effettuato più cinquanta perquisizioni in tutta Italia. Le autorità sono andate a perquisire depositi, aree del porto e stabilimenti della produzione dei prodotti alimentari o l’impacchettante di alimenti che contengono semi di sesamo al loro interno.

LEGGI ANCHE >>> Attenzione a queste spezie: errore di etichetta per il noto marchio, è bufera

A far accendere il campanello d’allarme sono state le ripetute denunce e segnalazioni di numerose associazioni di consumatori. Da qui le autorità del caso hanno iniziato a fare le analisi chimiche dei prodotti. E hanno confermato la presenza della sostanza tossica all’interno dei semi di sesamo. Ma anche all’interno di alimenti che contengono quel prodotto specifico.