Gli UFO sono tra noi? Il Pentagono: “rischio per la sicurezza nazionale”

Il rapporto segreto del Pentagono è arrivato, e conferma l’esistenza degli UFO. Sarebbero un vero e proprio pericolo per la sicurezza.

UFO (AdobeStock)
UFO (AdobeStock)

Negli Stati Uniti d’America la psicosi da UFO (oggetti volanti non identificati) ritorna con frequenza. Cospirazioni governative, invasioni aliene e segreti inconfessabili. Il tutto scandito con il ritornello di “non siamo soli”.

Stavolta però a far scattare l’allarme e la conseguente risonanza mediatica non sono avvistamenti isolati e di dubbia autenticità. Bensì un rapporto dettagliato del Pentagono, dibattuto durante il briefing del 17 giugno tra Marina, FBI e Camera sull’antiterrorismo. Il dossier della massima autorità militare di Washington ritiene gli oggetti volenti non identificati una concreta minaccia per la sicurezza nazionale.

Il rapporto sarà desegretato e consultabile da stampa e pubblico entro il prossimo 25 giugno 2021, ma già adesso è possibile trarre alcune conclusione interessante.

UFO, la verità non è così semplice

Al briefing hanno partecipato anche due rappresentanti politici del Congresso, che hanno rilasciato dichiarazioni preoccupate ai massimi organi di stampa (come il New York Post). Secondo il repubblicano Tim Burchett «sta succedendo qualcosa che non possiamo gestire». Gli hìfa eco il democratico Sean Patrick Maloney: «ci sono domande legittime che riguardano la sicurezza e la protezione del nostro personale».

Il rischio UFO riguarderebbe infatti la loro proiezione eminentemente militare. Starebbero proliferando sul territorio americano, infatti, tecnologie in grado di disturbare o addirittura neutralizzare le attività sensibili dei reparti delle forze armate, anche quelle nucleari. Di cosa si tratta dunque?

Luis Elizondo, “ufologista” e ex membro delle forze armate americane ne è sicuro: si tratta di avanzatissima tecnologia aliena, il cui avvento è prodromo della futura invasione di una civiltà superiore.

LEGGI ANCHE >>> UFO, stavolta è vero: il rapporto americano che ne conferma l’esistenza

Ma Elizondo non è considerato una fonte credibile, soggetto com’è ai sensazionalismi privi di sussistenza scientifica. Alcuni degli oggetti avvistati potrebbero infatti essere qualcosa di ugualmente spaventoso ma più familiare, ovverosia prototipi bellici sviluppati da superpotenze nemiche. Bisognerà attendere ancora poco per vederci definitivamente chiaro.