Alessandro Di Battista lancia l’allarme: “nel silenzio accade tutto questo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

La lotta alla mafia sta subendo preoccupanti intralci. Questa l’opinione di Alessandro Di Battista, che lancia l’allarme dal suo canale Youtube.

Le analisi dell’ormai ex pentastellato fanno sempre parlare molto di sé. Questa volta non sarà probabilmente diverso. L’invettiva di Alessandro Di Battista contro il silenzio generale sugli ultimi preoccupanti sviluppi della lotta alla mafia è particolarmente corrosiva.

L’ex deputato e pasionario grillino si scaglia contro l’indolenza politica del suo Movimento e della politica raccolta attorno al presidente del consiglio Mario Draghi. E affonda il fendente in quello che considera da sempre il ventre molle della politica: la legalità, e nello specifico la lotta alla mafia e alla corruzione.

Alessandro di Battista di nuovo incendiario sulla lotta alla mafia

Alessandro Di Battista si avvale del suo popolare canale Youtube per lanciare l’accorato e preoccupato allarme, facendo riferimento alla lettera del mafioso Giuseppe Graviano, ricevuta dalla guardasigilli Marta Cartabia, raccontata con scarsa attenzione dai media.

L’obiettivo della mafia, secondo Di Battista, sarebbe quello di fare pressioni per abolire ergastolo ostativo e del 41-bis. «Oggi, sebbene in pochi hanno il coraggio di dirlo, i mafiosi sperano!», sostiene il Che pentastellato.

Spererebbero di uscire dal carcere senza essersi pentiti, senza aver supportato i giudici nella lotta alla mafia. Graviano, ad esempio, sarebbe un testimone chiave per i pm. Avrebbe partecipato significativamente nell’organizzazione degli attentati degli anni ’90. Rivelerebbe quindi notizie sconvolgenti sui cosiddetti mandanti occulti.

I pentitismo è sotto attacco, secondo Alessandro Di Battista, da parte di Salvini e Berlusconi, che agiscono indisturbati nella pax draghiana. Graviano, nella missiva, avrebbe chiesto l’abolizione del “fine pena mai”, terrore dei boss, come già fatto in passato.

LEGGI ANCHE >>> Nuovo presidente della Repubblica? Di Battista: “Bersani meglio di Draghi”

L’intreccio distorto tra politica, magistratura e criminalità organizzata sta cercando di impedire che scomode verità processuali vengano a galla? Secondo Di Battista la lotta alla mafia è sotto attacco.