Riceve vaccino johnson & johnson: muore pochi giorni dopo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:59

Un uomo di 54 anni è morto per trombosi venosa ischemica al Policlinico di Bari. Qualche giorno prima aveva ricevuto il vaccino J&J. Adesso il caso è stato segnalato per capire se il siero possa essere la causa del decesso. 

Vaccino J&J (Adobe Stock)
Vaccino J&J (Adobe Stock)

Lo scorso 12 giugno era stato ricoverato d’urgenza al Policlinico di Bari, a causa di un’ischemia celebrale in corso. Adesso, l’uomo di 54 anni è morto. La notizia è balzata nelle pagine di cronaca perché il signore era tra quelle persone che aveva avuto il vaccino monodose della casa farmaceutica italiana, Johnson & Johnson, nell’hub vaccinazione di Altobello.

Il caso di Alessandro Cocco, il nome del 54enne pugliese, è stato immediatamente segnalato all’Agenzia italiana del farmaco Aifa per capire se il siero possa essere una delle cause della morte. Nel frattempo, la famiglia dell’uomo ha deciso di autorizzare il prelievo degli organi. Tuttavia, i medici dovranno accertare se questi sono idonei ad un probabile trapianto.

Colpito da ischemia dopo il vaccino johnson & johnson

Alessandro Cocco, fondatore di una casa editrice di Roma, aveva proprio origini romane, tuttavia viveva in Puglia ormai da anni ed era residente in un paese in provincia di Bari. Il 54enne era stato vaccinato lo scorso 26 maggio con il siero J&J.

Ma il 12 giugno era stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico di Bari a causa di una trombosi venosa ischemica. Le sue condizioni sono immediatamente apparse gravi, tanto da essere ricoverato nel reparto di terapia intensiva.

Il primario di Rianimazione, Salvatore Grasso, ha riferito che le sue condizioni erano difficili già dall’inizio. Poi la situazione è precipitata nel giro di 24 ore. Stando alle parole dei sanitari, i medici hanno provato in tutti i modi a rianimarlo, ma non c’è stato niente da fare.

LEGGI ANCHE >>> Riceve il vaccino: ora versa in condizioni gravissime

E’ ancora da accertare il fatto che ci possa essere una responsabilità tra il vaccino J&J e il decesso dell’uomo di 54 anni. Se l’accaduto dovesse dipendere davvero dal siero, potrebbe essere il primo caso di trombosi arrivata a causa del vaccino della causa farmaceutica Johnson & Johnson. Ma è ancora tutto da vedere e da studiare.