Madeleine McCann, parla il veggente: “So dov’è sepolta”

Un veggente tedesco ha dichiarato qualcosa di molto importante alla polizia sul caso irrisolto sulla bambina scomparsa, Madeleine McCan.

madeleine mccann
Fonte Foto Getty Images

Il caso della piccola Madeleine McCann fa ancora agitare la polizia tedesca. Scomparsa il lontano 3 febbraio 2007, oggi è ancora un caso avvolto nel mistero. Conosciamo bene questi casi, lo vediamo anche in Italia con Denise Pipitone. Più tempo passa e più sarà estremamente difficile venirne a capo.

Sono cosi con un livello di difficoltà e pressione molto alti. Il tutto accadde mentre era con la sua famiglia in Portogallo. Tutte le verifiche e le ricerche condotte, almeno per il momento, non hanno portato alcun esito.

Fino ad oggi quando un veggente tedesco ha lasciato delle dichiarazioni alla polizia locale molto importanti. Naturalmente con certi protagonisti tutto va preso con la dovuta cautela.

Madeleine Mccann eggente tedesco: “So che fine ha fatto la bambina britannica”

Il veggente tedesco, tale Michael Schneider, non è un mitomane. In passato ha già aiutato la polizia a ritrovare persone scomparse, soprattutto i loro colpi. Ora, a riportarlo è il tabloid Mirror, Schneider avrebbe dichiarato la sorte della povera bambina.

Una sorte che, se confermata, sarebbe atroce. Schneider infatti ha dichiarato che la bambina sarebbe morta e sepolta sempre in Portogallo, in una zona a nord-est di Lagos, una piccola cittadina vicina a Praia da Luz. Luogo in cui proprio nel 2007, la famiglia era in vacanza.

LEGGI ANCHE >>> “Ha fatto qualcosa di grave a Denise Pipitone”: la rivelazione a Mattino 5

Schneider, tra l’altro ex giornalista, ha anche parlato del fatto che non divulga certe informazioni con tanta leggerezza. Sa cosa fa e le conseguenze che portano le sue parole. Ad esempio ha partecipato anche nella ricerca dei Neumair, che sono stati assassinati dal figlio Benno. Non tutte le sue esperienza sono andate a buon fine, infatti già nel 2013, il veggente aveva parlato della polizia di un altro luogo di sepoltura per la bambina britannica. Ma fu un fallimento totale dato che le ricerche e gli scavi successivi non hanno portato ad un nulla di fatto.