La Francia non ci sta: “Test non valido, i Maneskin sono dei drogati”

Il frontman dei Maneskin, Damiano David, è risultato negativo all’indomani dell’Eurovision Song Contest 2021. Ma questo non frena i francesi che continuano ad insinuare il dubbio del cocaina-gate nella finale di Rotterdam. 

Damiano dei Maneskin (Getty Images)
Damiano dei Maneskin (Getty Images)

La Francia ancora non riesce ad accettare di essere arrivata seconda all’Eurovision Song Contest 2021. Le polemiche, le illazioni e le supposizioni continuano ad arrivare, nonostante Damiano David sia risultato negativo al test antidroga effettuato il giorno dopo la competizione canora. A distanza di una settimana, i Maneskin sono ancora al centro della cronaca francese, dove si continua ad attaccare il gruppo per aver fatto uso di sostanza stupefacenti durante la competizione.

Questa volta le accuse arrivano da un sito francese, Melty, che è molto popolare sui social network nazionali. I fondatori e gli autori del sito continuano imperterriti a sottolineare ed insinuare che Damiano abbia fatto uso di cocaina durante la finalissima dell’Eurovision e che quel video nella Green Room sia la prova: “un gesto che prova l’assunzione di droga”.

Dalla Francia piovono accuse ai Maneskin

Non solo non è bastato il test antidroga fatto da Damiano, ma per i francesi sembra non essere attendibile nemmeno il comunicato ufficiale fatto dagli organizzatori dell’Eurovision, per manifestare come il leader dei Maneskin fosse negativo ai test antidroga e che, quindi, le insinuazioni della stampa francese fossero del tutto false e ingiuriose.

Per questo motivo, il sito Melty non intende consegnare la vittoria alla band italiana e continuare ad arrivare ad una verità che, sembra, conoscono solo loro. Infatti, hanno promesso di rivolgersi agli esperti per provare come il test antidroga non sia valido. Secondo il loro giudizio, il “test risulta negativo perché effettuato oltre le 24 ore dopo l’assunzione del narcotico, tranne se si tratta di un test delle urine”.

LEGGI ANCHE >>> In Francia tutti contro i Maneskin: “Devono essere squalificati”

Dunque, questa del cocaina-gate sembra una storia destinata a continuare, visto che la Francia non accetta di non dover organizzare l’Eurovision Song Contest 2022 a casa loro. Di sicuro, però, più che incontro ad una verità stanno andando incontro ad una querela da parte dei Maneskin che pare sempre più vicina.