Chi è David Beriain, l’uomo ucciso nell’attentato in Burkina Faso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21

Poco fa è arrivata la notizia che durante l’attentato in Burkina Faso sarebbe morto anche il noto documentarista David Beriain.

Roberto Saviano e David Beriain (Google Images)
Roberto Saviano e David Beriain (Google Images)

Un terribile attentato avvenuto in Burkina Faso ha causato la morte di quattro persone. Nell’agguato Jihadista sarebbe morto anche il famoso documentarista David Beriain. A confermare il tutto ci ha pensato la ministra degli Esteri spagnola. Nel corso del giorno si erano diffuse numerose notizie sull’accaduto.

In un primo momento si era parlato della possibilità che gli uomini fossero stati solo sequestrati. Con il passare delle ore però poi è diventato sempre più chiaro che fosse accaduto qualcosa di molto peggio. Il bilancio alla fine è stato di 4 morti, 3 cittadini europei e 1 del posto.

Beriain e quel lavoro con Roberto Saviano

Erano lì per lavoro, per realizzare un reportage per MovistarTV, una nota emittente spagnola. Il gruppo doveva svolgere un resoconto sulla caccia di frodo che si svolge nell’est del paese. Fonti locali riferiscono che sarebbero state ferite anche altre due persone durante l’attentato.

A quanto pare gli assalitori erano a bordo di due pick-up e una ventina di moto. Oltre ad uccidere i 4 giornalisti i Jihadisti hanno anche rubato armi, droni e le jeep di proprietà della troupe televisiva. Al momento nessun gruppo terroristico ha ancora rivendicato l’attacco.

Negli ultimi anni purtroppo gli attacchi si sono moltiplicati sempre di più. In particolare se un tempo l’attenzione era maggiormente rivolta al nord, ora è tutto il territorio del Burkina Faso ad esserne interessato. Beriain, originario della Navarra, aveva 34 anni ed era molto apprezzato nel suo lavoro.

LEGGI ANCHE >>> Chi è Christian Carlassare, missionario italiano aggredito in Sud Sudan

In Italia è diventato noto in particolare per una trasmissione condotta da Roberto Saviano, “Il mondo dei narcos. Su Nove, invece, è stato protagonista nel 2019 del documentario “Clandestino”. I suoi social in queste ore sono stati ricoperti di messaggi di cordoglio nei confronti della famiglia per questa grave perdita.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da David Beriain (@davidberiain)