Matrimonio sontuoso, a spese altrui: galeotta fu la villa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:06

Una coppia si è sposata, e ha organizzato una festa di matrimonio. Una storia apparentemente come tante, ma che invece ha dell’incredibile.

Villa Finkel - Matrimonio (Google Immagini)
Villa Finkel – Matrimonio (Google Immagini)

Cosa sareste disposti a fare per realizzare il vostro matrimonio da sogno in una sontuosa villa? Una coppia americana era letteralmente pronta ad infrangere la legge pur di ospitare i propri parenti e amici in un capolavoro architettonico dotato di ogni confort.

I quasi neo-coniugi Shenita Jones e Courtney Wilson, due afroamericani della Florida desideravano con tutti loro stessi di pronunciare il fatidico “sì” nella lussuosa proprietà da circa 4 milioni di dollari.

Tra supposti “messaggi divini” e infrazioni di domicilio strampalate, l’unico aspetto ordinario di questa vicenda sta nel fatto che, ancora una volta, per amore si fa follie. Ma anche per un ricevimento in una villa da sogno.

Matrimonio a sorpresa

“Siete tutti invitati ad unirvi a noi per il primo giorno di nozze alla casa dei nostri sogni, Wilson Estate“. Così recitavano gli inviti al matrimonio dei due giovani. Certamente allettati dallo stile ricercato della costruzione, dalla sala da ballo, dal bar a due piani, dalla grande piscina in stile resort, dal curatissimo giardino con cortile.

Avevano fatto di tutto per ottenere la concessione della villa, anche fingersi interessati all’acquisto.

Non deve forse sorprendere, dunque, che il rifiuto del magnate di una nota catena di ristoranti, Nathan Finkel, non ha scoraggiato Shenita e Courtney dal perseguire i propri obiettivi per il giorno più importante della propria vita.

I due, determinati fino all’estremo, hanno infatti organizzato la cerimonia nei dettagli, e soprattutto nelle tempistiche giuste. Avevano pensato di agire senza lasciare traccia e destare sospetti.

Credendo che la villa fosse vuota, i freschi sposi hanno invitato la loro famiglia e i loro amici per un ricevimento a dir poco sontuoso, con tanto di cocktail su red carpet. La festa da sogno, che sarebbe partita dalle 15 e 30 e sarebbe continuata per 24 ore, non ha però conosciuto il lieto fine delle favole.

Di lì a poco, gli sposi avrebbero scoperto che Finkel era in casa e non fuori città come credevano. «Ho delle persone che sconfinano nella mia proprietà. “Non so cosa stia succedendo. Tutto quello che voglio è (che) si fermi», ha riportato l’uomo al centralino della polizia.

LEGGI ANCHE >>> La suocera nota un particolare, il matrimonio prende una svolta clamorosa

Mancava così poco, per coronare il sogno di una vita.