Ubi Banca, è rivoluzione: cosa cambia per i correntisti?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:28

Ubi Banca è pronta a cambiare volto. Da oggi infatti passa ad Intesa Sanpaolo. Nell’articolo tutte le novità per i correntisti.

UBI Banca - immagine di repertorio (Google Images)
UBI Banca – immagine di repertorio (Google Images)

Grandi movimenti per Ubi Banca, che da oggi entra ufficialmente a far parte del gruppo Intesa Sanpaolo. L’istituto di credito era nato dalla fusione, nell’aprile del 2007, di Banca Popolari Unite e Banca Lombarda e Piemontese. Durante quest’ultimo weekend è stata realizzata la migrazione informatica.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo si porta con sé circa 15mila dipendenti e 2,5 milioni di clienti. Alcune cose però cambieranno per i correntisti e di seguito ve le andremo ad illustrare. Per prima cosa coloro i quali facevano parte di Ubi Top Private passeranno a Intesa Sanpaolo Private Banking.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, dal 15 maggio cambia tutto: arriva una rivoluzione

Ubi Banca cambia volto: cosa c’è da sapere?

I conti migrati in Intesa Sanpaolo da Ubi Banca cambieranno il proprio Iban. Tranquilli però, se avete dei pagamenti che passano sul conto come bollette, rate o altro, il cambio di coordinate verrà comunicato in automatico dalla stessa banca. Naturalmente vi consigliamo di fare attenzione per i prossimi pagamenti visto che a quel punto dovrete comunicare il nuovo Iban.

Per quanto concerne, invece, le carte di debito o di credito, queste saranno in vigore sino alla loro naturale scadenza e non oltre il 31 dicembre 2021. Entro tale data, infatti, i clienti di Ubi Banca verranno contattati per modificare la propria carta. A partire da oggi inoltre non sarà più possibile accedere al servizio online di Ubi Banca.

Dal 15 gennaio sono state effettuate tutte le comunicazioni del caso ai clienti. In maniera particolare dal 15 marzo è possibile attivare My Key, il servizio internet di Intesa Sanpaolo così da ottenere le nuove credenziali. Gli Enti, invece, potranno utilizzare Inbiz Enti a partire da oggi. Per tutte le altre informazioni vi invitiamo a contattare il servizio clienti di Intesa Sanpaolo e diffidare sempre da sedicenti email che vi chiedono i vostri dati personali.