A 100 anni sconfigge il covid, poi torna a casa e trova un tesoro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Incredibile la storia di un’anziana signora di Napoli di 100 anni, che dopo aver sconfitto il covid ha trovato un tesoro in casa.

Tesoro - Immagine di repertorio (Google Images)
Tesoro – Immagine di repertorio (Google Images)

Di solito si dice che la fortuna gira, in qualche caso però fa il giro lungo e ci mette un po’ di più per arrivare. Probabilmente è quello che avrà pensato Angela D’Ottavi, un’arzilla signora di 100 anni, nativa e residente a Napoli, che dopo aver sconfitto il covid ha fatto una scoperta che le cambierà la vita.

La donna è nubile e senza figli, quindi si è ritrovata sola con la badante ad affrontare il covid. Un nemico durissimo, soprattutto per una persona che ha ormai 100 anni. Angela però non si è lasciata abbattere dalla malattia e ha sfruttato l’isolamento per rassettare casa e portare a galla magari qualche vecchio ricordo.

LEGGI ANCHE >>> “Calpesta” un tesoro: un uomo diventa improvvisamente ricchissimo

L’incredibile tesoro scoperto dalla signora Angela

Proprio mentre sistemava tutto si è ritrovata per le mani un buono postale fruttifero emesso il 24/10/1986 del valore nominale di 50 milioni di lire. A quanto pare il padre glielo avrebbe donato mettendoci sopra l’intera sua liquidazione. Un bel regalo per la donna dal genitore oggi defunto.

In un primo momento Poste Italiane aveva fatto un primo calcolo a ribasso del titolo valutandolo “solo” 200mila euro. In seguito però sono stati rifatti i calcoli dalla giurisprudenza di merito. In base ad alcune recenti decisioni dell’Arbitrato Bancario Finanziario a fare fede per quanto concerne i tassi d’interesse non sono quelli attuali, ma quelli presenti sul retro del buono stesso.

Naturalmente all’epoca i tassi erano notevolmente più alti di quelli che abbiamo purtroppo oggi. La donna ha quindi deciso di agire tramite l’Associazione Giustitalia che si occupa di questi casi limite di buoni che sono vicini alla prescrizione. Alla centenaria signora quindi dovrebbe essere riconosciuta la somma di 482mila euro. Una cifra enorme, un vero e proprio tesoro trovato per caso nella propria abitazione.