Tragedia al supermercato, spara e uccide 10 persone (VIDEO)

Incredibile quanto accaduto in un supermercato in Colorado, dove un uomo ha sparato all’impazzata uccidendo 10 persone.

Sono anni che in America si discute delle leggi troppo libertine sulle armi e il tema, ne siamo certi, tornerà al centro delle discussioni nei prossimi giorni. In Colorado, più precisamente a Boulder, all’interno di un supermercato, un uomo bianco ha fatto fuoco uccidendo 10 persone tra cui un poliziotto.

Il tutto è scattato verso le 14:30 locali, quando l’agente Talley, 51 anni, primo ad essere giunto sul luogo, è stato subito ucciso dallo squilibrato. A quel punto la Polizia ha subito diramato sui propri profili social una comunicazione per chiedere di non frequentare la zona. Dopodiché è stata inviata sul posto una squadra di agenti che ha accerchiato l’uomo ancora all’interno del King Soopers.

LEGGI ANCHE –> Si getta nel fiume per evitare le pallottole: sparatoria a Berlino

Smentita seconda sparatoria ad un altro supermercato

Dalle immagini raccolte dai media locali si può notare l’arresto di uomo in pantaloncini e a torso nudo, con una gamba insanguinata. Al momento non si sa se sia il killer o meno. La Polizia durante due conferenze ha annunciato il numero delle vittime e ha fatto sapere che il presunto pazzo omicida al momento sarebbe ferito e sotto la loro custodia.

Secondo gli inquirenti ci vorranno almeno 5 giorni di indagini per capire l’esatta dinamica del tutto. Intanto però è stata smentita la notizia di un ulteriore attentato ad un altro supermercato vicino. I testimoni hanno raccontato che l’uomo sarebbe entrato all’interno del negozio cominciando a sparare all’impazzata senza un come e un perché con un fucile AR-15.

Purtroppo per l’America e soprattutto per il Colorado non è la prima volta che accadono fatti di questo genere. Basti pensare che questa è la seconda sparatoria nel giro di una settimana dopo quanto accaduto in un centro messaggi di Atlanta. In passato questo stato è salito agli onori delle cronache anche per la strage del liceo di Columbine e quella del cinema Aurora durante la prima visione del film Joker. Insomma un incubo senza fine per le persone che vivono lì, che a questo punto si chiedono se non sia meglio porre un freno all’acquisto incontrollato di armi.