Mrs. Doubtfire, esiste una versione vietata ai minori del film cult

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

Il regista di Mrs. Doubtfire Chris Columbus, ha rivelato che esisterebbe un’altra versione del film però vietata ai minori.

Mrs. Doubtfire (Google Images)
Mrs. Doubtfire (Google Images)

Mrs. Doubtfire è da anni un film cult. Uscito nel 1993 e ispirato liberamente dal libro di Anne Fine, Un padre a ore, la pellicola ebbe un successo clamoroso. Con oltre 440 milioni di dollari incassati si attestò in quella annata come il secondo risultato più alto al box office dietro solo a Jurassic Park.

Il film, diretto da Chris Columbus, maestro delle commedie per famiglie e regista tra gli altri di Harry Potter e Mamma ho perso l’aereo, fu accolto ottimamente anche dalla critica. Non a caso nel 1994 conquistò anche un Oscar come Miglior Trucco a Greg Cannom, Ve Neill e Yolanda Toussieng.

La pellicola deve gran parte della sua fama all’istrionica performance del compianto Robin Williams. L’attore americano nel film recita il ruolo di un attore/doppiatore, cosa che gli permise di dare fondo ai tanti personaggi inventati negli anni di cabaret. In un primo momento era stato deciso che la storia si sarebbe conclusa con i due genitori che tornavano insieme. Columbus, Sally Field e lo stesso Williams però ritenevano questo finale inverosimile e così decisero di chiudere il tutto nella maniera che conosciamo.

Williams improvvisava molto in Mrs. Doubtfire

Recentemente, nel 2014, la 20th Century Fox aveva pensato di tirare fuori un possibile sequel della pellicola. Tutti erano già stati messi in pre-allarme. Purtroppo però il progetto è naufragato quello stesso anno, dopo l’improvvisa morte di Robin Williams.

Oggi però, a distanza di anni, il registra Chris Columbus, ai microfoni di Entertainment Weekly ha rivelato che in realtà esisterebbe una versione del film diversa, vietata ai minori: “Robin continuava ad improvvisare e in sala di montaggio abbiamo dovuto tagliare tante cose che spesso superavano il limite e finivano in territori poco adatti ad un film per famiglie. Lui mi diceva che voleva giocare un po’ e arrivavamo a fare anche 15-20 ciak per una scena, il massimo che ricordo fu 22”.

Il noto regista ha anche ammesso di avere ancora a disposizione quel materiale e che potrebbe essere ritirato fuori per realizzare un dietro le quinte del film. Sicuramente molti fan del compianto Williams sarebbero ben felici di poter vedere per la prima volta qualcosa di mai mostrato al pubblico.