Roma, prova a rapire una bambina in pieno centro: fermata dalla babysitter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:45

Una donna ha tentato di prendere una bambina di soli 4 anni e portarla via mentre passeggiava con la sua babysitter.

Roma, uomo minaccia di gettarsi dal Colosseo per protesta: allarme rientrato

 

Un tentativo di rapimento è stato fortunatamente sventato a Roma, dove una donna in evidente stato confusionale ha cercato di prendere con se una bambina non sua.

Questo accade nella giornata del 23 febbraio, approssimativamente alle ore 16.30, dove una donna di 40 anni, babysitter di una piccola di 4 anni, stanno passeggiando per via di San Giovanni in Laterano, vicino il Parco Archeologico del Colosseo.

A questo punto l’imprevisto che poteva portare una tragedia: un’altra donna tenta di prendere in braccio la bambina e portarla via con se.

Pronti sono stati i riflessi della babysitter che ha subito stretto a se la bambina e scappando ha cercato aiuto.

Roma, prova a rapire una bambina in pieno centro: fermata dalla babysitter

La donna ha cercato allora rifugio in una pizzeria della zona con l’intento di chiamare la Polizia, che è sopraggiunta successivamente ed ha subito ricercato l’assalitrice.

Questa è stata ritrovata, in evidente stato confusionale ed è stata portata in codice giallo all’Ospedale San Giovanni Addolorata, dove è stata sottoposta a TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio).

Una vicenda fortunatamente che ha visto pericolo scampato: la famiglia avrà di nuovo tra le braccia la figlia e la babysitter non rischierà di perdere il lavoro.

Certo è che ciò che preoccupa in questo periodo è principalmente la salute mentale delle persone, sempre più difficile da mantenere adeguata e che porta spesso a problematiche non indifferenti.

A questo punto c’è da chiedersi: si sta combattendo il virus con ogni mezzo a disposizione, ma come si combattono gli effetti che questa situazione provoca?