Nuova Caledonia ancora scosse: le sirene d’allarme mettono i brividi (VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:14

Non si fermano le scosse in Nuova Caledonia. Massima allerta in tutta la zona costiera per il rischio tsunami.

Nuova Caledonia
Nuova Caledonia

Non c’è pace in Nuova Caledonia, continua lo sciame sismico di vastissime proporzioni che da qualche giorno tormenta le coste delle isole a sud del Pacifico. Tra ieri ed oggi sei terribili scosse di elevate proporzioni si sono verificate in mare, scuotendo e terrorizzando la popolazione che vive in prossimità delle coste delle varie isole interessate. Il rischio tsunami è altissimo e le autorità hanno già allertato la popolazione considerata, in certe zone, ad alto rischio.

In prossimità della zona costiera è stato chiesto di non abbandonare le proprie case e di restare quindi al sicuro. Gli organi competenti hanno insomma raccomandato massima attenzione alla popolazione, colpita negli ultimi giorni dal terribile rischio di onde anomale. Le immagini degli tsunami degli anni passati sono ben scolpite nelle menti di tutti e quel rischio, oggi, non si vuole correrlo. Continua quindi la massima allerta nelle zone potenzialmente interessate.

LEGGI ANCHE >>> Violentissimo terremoto in Nuova Caledonia e Loyautè: confermato tsunami

LEGGI ANCHE >>> Scossa di Terremoto, la terra trema nelle Marche: un tuono, durato

Nuova Caledonia ancora scosse: tutte le isole interessate dal rischio tsunami

Un terremoto di magnitudo Mwp 6.1 è avvenuto nella zona: New Caledonia [Sea], il

  • 11-02-2021 08:22:13 (UTC) 5 ore, 8 minuti fa
  • 11-02-2021 09:22:13 (UTC +01:00) ora italiana
  • 11-02-2021 19:22:13 (UTC +11:00) orario locale nella zona del terremoto (Pacific/Noumea)

con coordinate geografiche (lat, lon) -22.91171.27 ad una profondità di 17 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma

“Onde pericolose di tsunami sono possibili entro le prossime tre ore”, questo l’annuncio del NWS Pacific Tsunami Warning Center. Potrebbero verificarsi onde fino a un metro in alcune coste delle Fiji, della Nuova Zelanda e di Vanuatu. Onde più piccole, invece, potrebbero verificarsi in altre nazioni della regione, tra cui Australia, Isole Cook e Samoa americane.