Conto corrente, i due errori da non fare per chi ha almeno 10mila euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:47

In questa fase di profonda incertezza avere dei soldi, sul proprio conto corrente potrebbe essere un grosso azzardo.

Bonus 2500 euro
Fonte Pixabay

In questo momento di profonda crisi sociale e soprattutto economica, con il paese trafitto dalla continua emergenza covid, numerose persone hanno perso il lavoro, o sono state costrette a vedere ridimensionato il loro volume d’affari o le proprie ore lavorative, integrate magari dal sostegno degli ammortizzatori sociali. Nel caso contrario, invece, anche per chi, fortunatamente, in questi mesi a lavorato potrebbero esserci delle insidie. Insidie causate magari dal fatto di disporre di una consistente domma di denaro sul proprio conto corrente.

In questo caso, ad esempio, per chi dispone sul proprio conto corrente, di una cifra superiore ai 10mila euro, potrebbero esserci una serie di rischi, che involontariamente, o in seguito a scelte sbagliate, si potrebbero incontrare. Per non incappare, quindi, in questo tipo di situazioni occorrerebbe concentrarsi su quello che praticamente significa disporre di una certa cifra di denaro, ad esempio su un conto corrente bancario.

LEGGI ANCHE >>> Recovery plan, parla il direttore Abi Sabatini: Occasione irripetibile

LEGGI ANCHE >>> Riapre il suo bar per pagare i debiti: multato tre volte

Almeno 10mila euro sul conto corrente? Ecco cosa non bisogna

La prima cosa che si potrebbe evitare, dovrebbe essere proprio quella di tenere in qualche modo fermi i propri soldi su un conto corrente. In questo modo, considerato che secondo alcune stime, le entità dei depositi bancari potrebbe aumentare, considerato l’ultimo anno di sacrifici e crisi, magari perchè il soggetto ha preferito mettere dei soldi da parte rispetto alle uscire abituali, si potrebbe andare verso un graduale svalutazione del denaro stesso, possibilità che chiaramente andrebbe ad intaccare il potere d’acquisto di quella determinata somma.

Altro errore da non commettere assolutamente, è quello di investire in titoli di Stato. Occasione che in questa fase potrebbe apparire ghiotta, ma che nasconde il rischio di eventuali, finali, minusvalenze.