Andrea Bocelli morta la cagnolina Pallina, la Procura apre l’inchiesta

Andrea Bocelli morta cagnolina annegata il 21 Agosto ha dato il via ad una serie di indagini dopo la denuncia dell’Associazione per la difesa degli animali.

Andrea Bocelli morta la cagnolina Pallina
foto Instagram

E’ successo tutto lo scorso 21 Agosto mentre tutta la famiglia si trovava nelle acque della Sardegna per un giro in barca, proprio in quella occasione l’amata cagnolina del cantante è annegata, aprendo cosi una vera e propria polemica.

Il tutto si è poi trasformato in una denuncia da parte del Presidente dell’Associazione per la difesa degli animali, Lorenzo Croce che ha poi dato il via alla vicenda giudiziaria ancora in corso e non ancora risolta.

Prima del tragico incidente la famiglia stessa, tramite i social del cantante aveva fatto un accorato appello prima per ritrovarla, pensando che fosse andata dispersa e poi per annunciare la sua morte: “Ci è stata accanto con la sua grazia e con la sua apparente fragilità, regalandoci tanto affetto e la sua calda, silenziosa, intelligente presenza. Non avevamo messo in conto pero’ di perderla così presto“.

LEGGI ANCHE>>> Cagnolina morta, denunciati Andrea Bocelli e la moglie

LEGGI ANCHE>>> Andrea Bocelli in lacrime, la moglie: “sono morta anche io”

Andrea Bocelli morta la cagnolina Pallina, la Procura vuole vederci chiaro

Andrea Bocelli
Andrea Bocellli e Pallina | Fonte foto: Facebook @Andreabocelli

Andrea Bocelli morta la cagnolina Pallina avvenuta come detto prima in Agosto ha scaturito una vera e propria indagine da parte della Procura dopo la denuncia contro ignori del Presidente dell’Associazione animali.

“Come persone che possono ricostruire nei dettagli la vicenda di quanto accaduto sulla barca e sulle eventuali motivazioni per le quali la cagnolina è stata lasciata sola, fatto che ne ha determinato la caduta in mare e il conseguente annegamento” queste sono state la parole del cantante e della moglie Veronica presentate nell’esposto per la denuncia.

Ad oggi, come accennato prima la Procura vuole vederci chiaro e sta portando avanti l’inchiesta, lo stesso Presidente Croce ha ammesso di essere stato sentito dalla Polizia locale di Pregnana Milanese sulla base di persona informata sui fatti. Staremo a vedere come andrà a finire.