Crisi di Governo, le parole di Di Maio: “Questione morale prima di tutto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:04

Luigi Di Maio ha parlato della possibilità di allargamento della maggioranza di Governo. Mai a discapito della questione morale.

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha parlato dell’attuale situazione politica del paese. Quindi, della possibilità che l’attuale Governo tendi ad allargare la maggioranza sulla quale poter contare per continuare la sua azione. Una maggioranza che consenta di governare con tranquillità, in un momento molto delicato per il nostro paese. Allargamento della maggioranza che però, specifica Di Maio, non sarà mai portato avanti a discapito della questione morale.

Attraverso il social network Facebook, il ministro degli Esteri dichiara: “Siamo al lavoro per un consolidamento della maggioranza ma mi sento di dire che mai il M5s potrà aprire un dialogo con soggetti condannati o indagati per mafia o reati gravi. E’ evidente – continua –  che questo consolidamento del governo non potrà avvenire a scapito della questione morale, dei valori che abbiamo sempre difeso e che sono fondanti del progetto 5 Stelle”.

LEGGI ANCHE >>> Crisi di governo, anche Zingaretti e Di Maio alzano la voce

LEGGI ANCHE >>> Di Maio sul caso Regeni: Nessun passo indietro sui diritti umani

Crisi di Governo, le parole di Di Maio: “La crisi per colpa degli egoismi di qualcuno”

“In queste ore drammatiche – scrive ancora Di Maio – con una crisi di governo in piena pandemia per colpa degli egoismi di qualcuno, il M5s sta lavorando duramente per assicurare stabilità al Paese. Siamo stati e continuiamo ad essere il baricentro del governo. Per anni abbiamo sentito parlare di un ritorno al bipolarismo, ma se c’è qualcuno che nei momenti più bui ha tenuto in piedi l’Italia  è stato proprio il M5s. Quelle forze  – continua – che per anni si sono riempite la bocca con la necessità di assicurare solidità economica e sviluppo sociale si sono infatti dimostrate poi le più egoiste: vedi Matteo Salvini, vedi Matteo Renzi“.