Il covid gli porta via moglie e figlia di 19 anni in tre ore: “come posso consolarlo?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:23

Una delle storie più strazianti di un periodo nel quale il covid ha spezzato intere famiglie, e non solo per colpa sua. Il dramma.

Come si può consolare un uomo che nel giro di poche ore ha perso moglie e figlia di 19 anni a causa del covid. Se lo chiede anche il medico che ha assistito in prima persona a questa straziante tragedia. Un medico che lavora nel pronto soccorso e che è abituato, suo malgrado, a convivere con la morte.

Ma quando ti trovi davanti un padre disperato di 55 anni che in un giorno ha perso gli amori della sua vita, tutto diventa tremendamente più difficile. Una storia drammatica, come purtroppo altre mille storie raccontate da quando è nato tutto. Un virus che ci ha travolti. E ci ha trovati impreparati, anche oggi che lo conosciamo bene e potremmo evitarlo e distruggerlo. Ma questa è un’altra (triste) storia.

LEGGI ANCHE >>> Li ha uccisi dopo l’ennesima lite: assassinati padre e madre

LEGGI ANCHE >>> Cade sul lavoro e batte la testa: Giorgia non vedrà mai più i suoi piccoli

Il covid gli porta via moglie e figlia di 19 anni in tre ore: “è così che passano questi giorni di m…a”

Una storia tragica rivelata da un medico di pronto soccorso di Elche (Alicante), in Spagna. Una storia che però si è ripetutta troppe volte anche in Italia. La moglie e la figlia di 19 anni erano ricoverate per covid. Non ce l’hanno fatta a superare la malattia ma anche l’emergenza di un ospedale sotto organico.

Il dottor Julio Armas Castro, ha rivelato su Twitter una delle storie più drammatiche avvenute nel reparto Covid sin dall’inizio della pandemia. «Non ci sono parole per consolare un uomo che nello stesso giorno, a solo tre ore di distanza, vede morire la moglie e la figlia. Quando mi hanno chiamato perché l’uomo aveva bisogno di un documento per l’assicurazione e ci disse ciò che era appena accaduto, la nostra anima è crollata a terra. Le sue lacrime cadevano come fossero pietre. “Siamo tutti distrutti, è così che passano questi giorni di m…a che ci tocca vivere».

Il dramma è stato riportato da 20minutos.es. Il dottore si è poi sfogato. «È molto peggio che a marzo. La velocità di contagio è maggiore, ci sono intere famiglie contagiate e ogni volta arrivano più pazienti giovani con le polmoniti bilaterali» – spiega il medico – «Possiamo raddoppiare i posti letto, i reparti e i respiratori, ma non si possono moltiplicare medici e infermieri come fosse la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Oggi paghiamo tutti anni e anni di tagli e indifferenza da parte della politica».