Foggia: Spara dal balcone con una pistola finta, il Presidente lascia (VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:57

Il presidente del Consiglio comunale di Foggia in queste ore protocollerà le sue dimissioni in seguito alla bufera che lo ha colpito.

E’ successo di tutto nel capodanno in cui nessuno sarebbe dovuto uscire. Anche di vedere sui social il video del presidente del Consiglio Regionale di Foggia sparare fuori dalla finestra. Si tratta di Leonardo Iaccarino, già candidato alle primarie del centrodestra della città pugliese. Sono subito arrivate le richeiste di dimissioni per Iaccarino, che in queste ore lascerà la guida della presidenza del Consiglio Regionale conservando però la carica di consigliere comunale.

Iaccarino si è difeso nelle scorse ore, “Qualcuno si sta divertendo a mettere in giro questi video – ha replicato sulle colonne dall’Ansa Leonardo Iaccarino -. Se qualcuno vuole contestare che stavo con una pistola a giocattolo, faccia pure. Mi sembra assurdo che stare con una pistola giocattolo sul balcone di casa possa essere un fatto determinante per chiedere le mie dimissioni. Non mi dimetto. L’ha comprata mio figlio perché è una pistola giocattolo con tappo rosso. E io mi sono assicurato che si trattasse di un’arma a salve”.

LEGGI ANCHE >>> Follia di Capodanno: bambino insulta Conte e poi spara (VIDEO)

LEGGI ANCHE >>> Bergamo, uccide il padre, ex consigliere lega, per un diverbio sulla trattoria

Foggia: Spara dal balcone con una pistola finta, i 5stelle chiedono le dimissioni

Eletto in quota Forza Italia, e di professione vigile del fuoco, il video dell’ormai ex vertice del consiglio comunale foggiano è molto esplicito. Sebbene sia evidentemente finta la pistola che il politico utilizza, non va dimenticato che Foggia è una delle città fanalino di coda per qualità della vita in Italia. In molti indicatori ultima per via della criminalità.

Nelle prime immagini a circolare era il figlio di Iaccarino protagonista mentre sparava dal balcone, solo dopo sono comparsi sui social anche le immagini del Presidente impegnato nella stessa attività. I primi a chiedere le dimissioni sono stati i cinque stelle Rosa Barone e Mario Furore, senza infingimenti e senza tentennamenti, e ora rilanciano chiedendogli di abbandonare la massima assise. A ruota, erano partite le richieste degli altri rappresentanti delle opposizioni. In un primo momento la maggioranza del sindaco Franco Landella era stata più blanda, quando a circolare era solo il video di Iaccarino junior, poi ha convocato una riunione d’urgenza per affrontare il caso trovandosi a prendere atto delle dimissioni.

Il Video della ‘sparatoria’