Agguato a Napoli: muore il padre di Luigi Caifa, ragazzo ucciso dalla polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:58

Muore Ciro Caifa, 40 anni, il padre del ragazzo che era stato ucciso da un poliziotto in una sparatoria a seguito di una rapina.

Un agguanto nella notte ha portato la morte di Ciro Caifa, 40 anni, padre di quel ragazzo di appena 17 anni, Luigi Caifa che venne ucciso in un conflitto a fuoco con la polizia durante una rapina in Via del Duomo nel mese di Ottobre.

Il padre di Luigi è stato portato in ospedale intorno all’1.15 di notte con diverse ferite da arma da fuoco sul corpo ed è spirato poco dopo. Anche un 28enne incensurato è arrivato successivamente all’ospedale con una ferita sul fianco. Anche lui era legato a ciò che è accaduto.

La sparatoria è avvenuta nell’abitazione della vittima, in via Sedil Capuano, zona San Lorenzo, nel centro storico di Napoli, a pochi passi da via dei Tribunali. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli.

LEGGI ANCHE >>> Si getta nel fiume per evitare le pallottole: sparatoria a Berlino

LEGGI ANCHE >>> Ventimiglia, esecuzione in stile mafioso: gli hanno sparato alla testa

Agguato a Napoli: muore il padre di Luigi Caifa, ragazzo ucciso dalla polizia durante una sparatoria

Secondo le prime ricostruzione sull’accaduto, si sarebbe trattato di un agguato. I sicari, più di uno da quanto è fornito dalle indagini, si sarebbero introdotti nello stabile dove abitava la famiglia Caifa, aprendo il fuoco sulla vittima e colpendolo svariate volte.

L’uomo di 28 con lui sarebbe stato invece colpito da una sola pallottola al fianco ed è stato dimesso oggi dall’ospedale con 10 giorni di prognosi riservata.

Ciro Caiafa era stato arrestato nel 2016, da latitante, a casa di una donna nel quartiere Barra; imparentato con gli Elia del Pallonetto di Santa Lucia, era ritenuto elemento di rilievo dell’estinto clan Terracciano-Mazzanti, all’epoca attivo tra i Quartieri Spagnoli, via Toledo e la zona della Pignasecca.