Nuove dosi di vaccino in arrivo stasera, più in ritardo del previsto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40

La seconda parte delle dosi Pfizer è in arrivo stasera ed inizierà poi la distribuzione alle varie regioni italiane.

La società Pfizer ha comunicato un cambiamento nel calendario di consegna per questa settimana. Questa la comunicazione del commissario Domenico Arcuri in una nota ufficiale:

“Pfizer ha appena comunicato agli Uffici del Commissario un diverso calendario per la consegna dei vaccini in Italia, previsti per questa settimana dal contratto sottoscritto con l’Unione Europea. Le 469.950 dosi di vaccino arriveranno sul territorio italiano nella tarda serata di oggi. L’azienda procederà poi direttamente alla consegna, a partire da domani mattina, nei siti di somministrazione individuati dal Commissario in accordo con le Regioni”.

LEGGI ANCHE >>> Nuovo vaccino pronto: Oxford-AstraZeneca, ottima notizia per l’Italia

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Pfizer, slitta l’arrivo in alcuni paesi dell’Unione Europea

Nuove dosi di vaccino in arrivo stasera, più in ritardo del previsto: subito iniziata la distribuzione

È stato inoltre precisato che da ogni flacone di vaccino Pfizer-Biontech si possono ricavare 6 dosi e non 5, dcome precisato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

La dose di vaccino per ogni persona è di 0,3 millimetri, che deve essere estratta in condizioni asettiche e utilizzando siringhe di precisione adeguate, da un flaconcino di vaccino che contiene 2,25 millimetri, dopo la diluizione prevista con soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. In questo modo, spiega la Sifo (Società italiana di farmacia ospedaliera), “con mille fiale potranno essere trattate 6000 persone invece che 5000”.

Specifica inoltre l’Aifa che: “Con l’obiettivo di utilizzare tutto il prodotto disponibile in ciascun flaconcino ed evitare ogni spreco, in accordo con quanto stabilito dalla Commissione Tecnico Scientifica dell’Agenzia, si evidenzia che, fermo restando la necessità di garantire la somministrazione del corretto quantitativo di 0.3 millimetri a ciascun soggetto vaccinato attraverso l’utilizzo di siringhe adeguate, è possibile disporre di almeno 1 dose aggiuntiva rispetto alle 5 dosi dichiarate nel Riassunto delle caratteristiche del prodotto”.