VDay, è il turno di Matteo Bassetti: “Orgoglioso di essere tra i primi”

Nel giorno del VDay, quello in cui anche nel nostro paese parte la campagna per il vaccino è corsa trai primi volontari.

Matteo Bassetti vaccino
Matteo Bassetti vaccino (Facebook)

Nel giorno in cui il vaccino anti Covid, fa il suo ingresso in Italia, nel giorno simbolico a favore del vaccino, in cui a partire dagli operatori sanitari, si è deciso di vaccinare quelli maggiormente coinvolti nell’emergenza, più ad alto rischio insomma, considerato il lavoro svolto e da svolgere in futuro. In questo giorno, insomma, dopo l’infermiera e la dirigente dello Spallanzani di Roma, dopo il criticatissimo a destra e a manca, Vincenzo De Luca, arriva la vaccinazione anche per Matteo Bassetti.

Il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova, ha ricevuto il vaccino, nella sua regione, approfittando, come detto, della priorità data agli operatori del settore sanitario. Bassetti si è detto orgoglioso di essere tra i primi ad avere la possibilità di ricevere il tanto atteso vaccino, una operazione che, si spera, possa liberarci al più presto dal temutissimo virus, da troppo tempo ormai presente nelle nostre vite.

LEGGI ANCHE >>> Il giorno del vaccino: De Luca salta la fila e lo fa prima di tutti

LEGGI ANCHE >>> Racconterò ai miei figli il giorno del vaccino; Bollettino 27 dicembre

VDay, è il turno di Matteo Bassetti: “Un atto d’amore verso noi e gli altri”

“Ho appena fatto il vaccino a Genova e sono molto contento – ha dichiarato Bassetti – subito dopo la somministrazione. Sono orgoglioso di averlo fatto tra i primi e mi sento più forte, credo che ognuno che farà il vaccino dovrà sentirsi più forte. Farlo continua l’infettivologo genovese – è fondamentale, ed è un atto d’amore verso di noi e verso gli altri”.

“È iniziata la nostra controffensiva contro il virus – ha dichiarato ancora Bassetti – Il vaccino è un atto d’amore per noi, per le persone che amiamo e per la comunità in cui viviamo”.