Arrestati per spaccio di eroina: rimessi in libertà dal giudice per un comico motivo

Erano stati catturati a Brescia per possesso e spaccio di questa potente droga, ma il giudice li ha liberati per una motivazione incredibile.

tribunale

 

Una storia che ha quasi del paradossale. La storia di una coppia di Brescia, fermata in possesso di circa 1 etto di eroina, ma stranamente subito scarcerati appena 48 ore dopo.

Questa la motivazione del Giudice per le indagini preliminari riguardo il rilascio dei due per la libertà:

“È persuasivo che essi decidessero di incrementare la loro disponibilità per evitare di rimanere sforniti in un momento storico in cui è difficile spostarsi alla ricerca di spacciatori”

LEGGI ANCHE >>> Io, una giudice popolare al Maxiprocesso: la storia vera dietro la fiction di Rai 1

LEGGI ANCHE >>> Legge salva suicidi: giudice cancella debito di 500mila ad un artigiano

Arrestati per spaccio di eroina: rimessi in libertà dal giudice per uno strano ed inaspettato motivo

La “strana coppia”,come potremmo definirla, entrambi di Padova, lei 53 anni e lui 44 anni, erano stati fermati poco prima dell’inizio del lockdown generale pre-natalizio con la quantità nascosta all’interno della loro macchina.

Ed è proprio per questo che il giudice ha confermato la sentenza di scarcerazione, con la comica nota riguardo una frettolosa spesa di stupefacenti che la coppia aveva effettuato premunendosi per non rimanere senza sostanza stupefacente durante il lockdown.

Praticamente i due sono stati reputati dal giudice, per la scarcerazione, consumatori e non spacciatori, dunque è stato ritenuto che la droga in possesso della coppia fosse adibita ad uso personale e non a finalità di spaccio.

Decisione certamente alquanto strana e contestabile quella del giudice, trattandosi comunque di una droga pesante, non della classica dose di marijuana requisita ad un ragazzo scapestrato dalle forze dell’ordine. Ora bisognerà vedere se il giudice abbia effettuato la scelta giusta e se i due, dopo la scarcerazione. torneranno a far parlare di loro.