Con il cashback ci hanno fregato i soldi: Striscia la Notizia scopre il trucco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:43

L’iniziativa del governo sul cashback natalizio ha già scatenato molte polemiche, l’ultima accusa è inquietante.

Il cashback natalizio, la ‘grande prova’ prima di quello che durerà per sempre a partire da gennaio 2021, ha già scatenato una miriade di polemiche tra le app che non funzionano, i circuiti di pagamento non accettati, la mancanza di soldi per pagare veramente ciò che è stato promesso. E poi ci sono i ‘furbetti’, e a quelli pensa Striscia la Notizia.

Il tg satirico ha analizzato, attraverso l’inviato Riccardo Trombetta, il proliferare di app non ufficiali ed a pagamento che richiamano quella ufficiale, totalmente gratuita, attraverso la quale ci si può registrare e registrare le proprie carte per partecipare all’iniziativa.

Trombetta nel servizio spiega che “alcuni furbetti hanno subito approfittato della novità per creare delle applicazioni farlocca ed a pagamento che sono: ‘Cashback di Stato Italia-L’originale in vendita a 0,99 centesimi di euro e ‘Cashback di Stato Italia App-Cashback App Italia in vendita a 0,49 centesimi di euro”. Questo quanto segnalato dal programma di Canale 5 in un servizio andato in onda nella edizione di ieri sera.

LEGGI ANCHE >>> La nuova App IO Cashback: come richiedere ed ottenere il rimborso

LEGGI ANCHE >>> Cashback senza Spid? Si può ed è semplice

Con il cashback ci hanno fregato i soldi: Striscia e le app a pagamento

L’inviato Trombetta spiega anche però che molte persone scaricano queste app sebbene siano a pagamento:”La cosa più incredibile è che queste applicazioni in tempo record sono entrate nella lista nelle app più vendute e una volta scaricate però vi permetteranno di calcolare solo il 10% di un importo e niente di più”, spiega l’inviato di Striscia la Notizia.

Striscia quindi ha segnalato la cosa al Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha subito risposto facendo sapere che “diverse app segnalate sono state prontamente eliminate, e non sono più presenti nei vari store dove si trovavano in precedenza, E’ in corso un costante monitoraggio per prevenire eventuali fenomeni di frode”, spiega Trombetta a conclusione del servizio.

Per visualizzare il servizio completo di Striscia la Notizie sulle app cashback andato in onda ieri sera clicca qui