Fidanzatini beccati oltre il coprifuoco: reagiscono picchiando l’agente

Fermati per un controllo oltre l’orario di coprifuoco, i due si sono ribellati e sono fuggiti. Sono stati poco dopo però rintracciati.

Fermati per un controllo di routine, si sono ribellati alla polizia e sono riusciti a scappare. Questa la dinamica che ha visto coinvolta una giovanissima coppia di 18 e 16 anni. I due sono stati poi identificati e ripresi poco dopo dagli agenti. L’episodio si è consumato tra le strade di Rimini nella serata di ieri, sabato 19 dicembre

Trovati alle 23.00, ovvero un’ora dopo lo scadere del coprifuoco, a passeggio all’angolo tra via Gambalunga e via Roma, hanno detto di star comprando le sigarette e che sarebbero subito rientrati a casa. Appena però gli agenti hanno richiesto i documenti di riconoscimento, sono iniziati i problemi.

LEGGI ANCHE >>> Fidanzati uccisi a Lecce, isolamento finito per il killer: Rischia aggressioni

LEGGI ANCHE >>> Baby gang terrorizzava la zona a colpi di rapine: aggressioni e minacce

Gli agenti infatti hanno constatato che la ragazza, ancora minorenne, era stata segnalata come fuggita da casa e che i genitori avessero denunciato la sua scomparsa.

Questo a rinforzare che la ragazza era fuori addirittura dalla sua regione di residenza, essendo infatti residente a Padova, in Veneto.

Quando i poliziotti si sono accorti che la ragazza era oggetto di ricerche diramate ieri da Padova dopo una denuncia di parenti, le hanno detto di seguirla, ma lei li ha spintonati ed è fuggita, mentre il ragazzo di 18 anni ha colpito un’agente con una ginocchiata alla schiena.

Il 18enne subito dopo però è stato bloccato dai poliziotti e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale oltre alla sanzione per violazione delle norme anti covid. La ragazzina invece è stata rintracciata nella mattinata di domenica da un’altra pattuglia e fermata. Per lei una denuncia per concorso nella resistenza e l’affidamento ai servizi sociali.