Il compagno la picchia brutalmente: il figlio di 11 anni la salva

Il piccolo spaventato dalle continue violenze decide di salvare la madre in pericolo e chiama le forze dell’ordine in soccorso.

Violenza donna

 

La tragica storia arriva da Genova, ma è una storia che si ripete ormai molto spesso, quello della violenza domestica sulle donne.

Il piccolo di 11 anni, vedendo il compagno della madre, un ventisettenne, picchiarla costantemente e brutalmente, chiama in soccorso coraggiosamente le forze dell’ordine.

La dinamica vedeva l’uomo attaccare la madre, non per la prima volta, fisicamente con calci e pugni. Il piccolo ha prontamente avvertito i poliziotti che appena sono arrivati, hanno visto la donna a terra con un vistoso ematoma.

L’uomo è stato immediatamente denunciato e allontanato dall’abitazione.

LEGGI ANCHE >>> Attacchi violenti e infondati: Bolle si difende su Staffelli, dura la replica di Striscia

LEGGI ANCHE >>> Adescava ragazze su twitter, le violentava e le uccideva: condannato a morte

Il compagno la picchia brutalmente: il figlio di 11 anni la salva e chiama la polizia

Il piccolo è stato il vero eroe della situazione salvando la madre da un estremo pericolo che andava avanti chissà da quanto. Non si conoscono effettivamente le dinamiche dei tempi e del modo in cui le violenze sulla donna si perpetravano.

Una storia simile era avvenuta nel 2018, quando un ragazzino per salvare la madre dal violento compagno, un ragazzo di 28 anni, aveva chiamato la Polizia.

Questo perchè il violento aveva rotto lo sterno alla madre davanti ai suoi occhi. Questi aveva giustificato la sua reazione come un raptus improvviso di gelosia. L’uomo era stato denunciato per lesioni aggravate ed allontanato immediatamente.

Sul cellulare della vittima erano presenti le foto delle precedenti aggressioni. Anche in questo caso la prontezza del figlio aveva salvato la madre probabilmente da una violenta e dolorosa morte.

Questi eventi dovrebbero essere da monito per un maggiore aiuto verso le vittime di abuso domestico, soprattutto in questo periodo di pandemia.