Silvia Provvedi rompe il silenzio sul fidanzato in carcere: “Mi manca”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Silvia Provvedi rompe il silenzio e per la prima volta parla del fidanzato Giorgio che da sei mesi è in carcere, le sue parole sorprendono tutti.

Silvia Provvedi rompe il silenzio
foto facebook

Si torna a parlare della mora delle Donatella, la giovane che in passato ha anche partecipato sia all’Isola dei Famosi che al Grande Fratello Vip è diventata mamma da poco della sua prima figlia.

Si mostra sempre solare e sorridente sui social dove ha mostrato per la prima volta il volto della piccola Nicole che cresce con il supporto della sua famiglia e in particolare della sorella gemella Giulia. Ciò che però non passa inosservata è l’assenza del suo compagno Giorgio De Stefano.

Il giovane è stato infatti arrestato sei mesi fa e ancora oggi si trova in carcere lontano dalla sua compagna e dalla figlia, nata proprio il giorno del suo arresto: ecco le prime parole della showgirl modenese in merito alla faccenda.

LEGGI ANCHE>>> Figlia nata da poco, arrestato il fidanzato Giorgio

LEGGI ANCHE>>> Silvia Provvedi, Chi è Malefix: Giorgio De Stefano

Silvia Provvedi rompe il silenzio sul fidanzato Giorgio De Stefano

Silvia Provvedi
foto facebook

Silvia Provvedi rompe il silenzio, la giovane modenese che al momento è impegnata con la nuova stagione di All together now insieme alla sorella ha parlato per la prima volta da quando è stato arrestato il suo compagno.

E’ successo tutto sei mesi fa, proprio il giorno in cui è nata la loro piccola Nicole, il fidanzato Giorgio De Stefano è stata arrestato durante una retata anti ndrangheta e la momento è ancora in carcere: “Mi manca da morire. Nonostante la difficoltà e la divisione, la lontananza forzata, siamo così uniti che niente e nessuno ci dividerà. Questo lo voglio ribadire con forza.

Delle parole davvero belle che però racchiudono il dolore di tutto il momento che la donna sta vivendo e che di certo non può essere facile nemmeno con il supporto di tutta la sua famiglia: “Non c’è una legge che possa disegnare le linee perfette delle nostre vite, dobbiamo provarci noi prendendo il meglio che la vita ci offre anche quando ci sono muri che sembrano altissimi”.

Staremo a vedere come evolverà la vicenda e se prima o poi anche il papà riuscirà ad abbracciare la sua splendida e meravigliosa principessa.