Vittorio Brumotti rischia grosso a Striscia, cosa ne pensa Maurizio Costanzo?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05

Vittorio Brumotti ha più volte rischiato la vita a Striscia La Notizia, il suo coraggio stupisce sempre tutto ma cosa pensa di lui Maurizio Costanzo.

Vittorio Brumotti
Fonte foto: Facebook

Maurizio Costanzo ha abituato i telespettatori ai suoi commenti sul mondo della Tv dalle pagine del settimanale Nuovo. Una lettrice questa settimana ha voluto scrivere una lunga mail per parlare di Vittorio Brumotti, l’inviato di Striscia La Notizia che si occupa di combattere la droga per le strade della periferia d’Italia.

La lettrice di Nuovo afferma di essere molto preoccupata per la vita di Brumotti, non di rado l’uomo ha rischiato la sua vita per fare il suo lavoro, che non si limita al mero spettacolo ma il ciclista aiuta le Forze dell’Ordine a combattere il mercato della droga.

Vittorio Brumotti per Striscia rischia la vita, ecco cosa ne pensa Maurizio Costanzo

Maurizio Costanzo, sapete dove ha incontrato la De Filippi? Tutte le curiosità
Maurizio Costanzo, Fonte foto: GettyImages

Maurizio Costanzo dimostra di avere una grande stima per Vittorio Brumotti, risponde infatti alla sua lettrice preoccupata: “Si impegna per smascherare i pusher, Questi suoi servizi aiutano a scardinare una rete deliquenziale.” Tuttavia Costanzo non manca di lanciare una frecciatina, secondo il suo parere infatti il lavoro di Brumotti e più in generale di Striscia la Notizia non solo dovrebbe essere emulato ma anche protetto.

Numerose volte, infatti, è capitato che Brumotti – così come molti altri inviati di Striscia la notizia – vedessero messa a rischio la loro stessa vita per portare avanti le loro inchieste e riportare la legalità tra le strade italiane. Costanzo, insomma, non nasconde la sua stima per l’attività di Brumotti e Company.

Ciò non stupisce chi conosce bene Costanzo, il noto giornalista infatti è stato vittima di un attentato che ha visto coinvolta anche Maria De Filppi per la sua lotta alle mafie, portata avanti con grande coraggio negli anni Novanta.