Cellulari rubati a Milano: l’ennesimo scoop di Striscia la Notizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:04

Stazione centrale di Milano, la vendita di smartphone rubati, va avanti indisturbata. Veri e propri affare marchiati dall’illecito.

Scoop striscia
Scoop striscia

Ennesimo scoop da parte della redazione di Striscia la Notizia, il tg satirico ideato da Antonio Ricci, condotto da questa fase dalla coppia Ficarra e Picone. Max Laudadio inviato speciale, autore di mille inchieste è partito stavolta per Milano per raccontare di un incredibile traffico a basso prezzo di smartphone, anche di ultima generazione.

Attraverso l’utilizzo di un falso acquirente, interessato a prendere dei telefoni a buon prezzo, si è riusciti in pratica a ricostruire tutta la struttura di vendita, chiamiamola cosi, attraverso i vari passaggi e le varie fasi. Con il telefono, protagonista dell’affare che passa di mano in mano fino ad arrivare in quelle del cliente finale.

LEGGI ANCHE >>> Inchiesta Open, nuovi indagati: Matteo Renzi e Maria Elena Boschi

Cellulari rubati a Milano: Poche centinaia di euro per uno smartphone di ultima generazione

Il tempo di permettere alle telecamere di riprendere tutto ed ecco che Laudadio parte all’attacco, fermando gli improvvisati commercianti di smartphone, e rischiando come spesso succede anche di essere aggredito. I protagonisti della tentata vendita dello smartphone in questione, presumibilmente rubati, ovviamente negano e provano a scappare.

Ma l’arrivo dei carabinieri, che pattugliano la zona, consente di fermarne almeno un paio. Ennesimo scoop quindi, che accende i riflettori su un contesto molto particolare, quello della stazione centrale di Milano, dove si può acquistare uno smartphone, rubato, per poche centinaia di euro, e chissà cos’altro.