Gente in strada, negozi pieni: Siamo solo all’inizio di dicembre

Strade strapiene di gente, folla nei negozi e nei centri commerciali, cosa sta succedendo agli italiani? Hanno davvero capito?

Code negozi
Code negozi (Tgcom)

Code praticamente ovunque, folla in strada, centri commerciali pieni, ma gli italiani, viene spontaneo chiederselo, avranno capito cosa sta succedendo? Certo la voglia di sentirsi liberi dai vincoli di zone rosse, arancioni o quant’altro è forte, è evidente e può anche essere comprensibile, diverso invece è l’accalcarsi, come se non ci fosse un domani praticamente ovunque.

Luca Zaia, governatore della regione Veneto, ha già lanciato il suo allarme dicendo, alla luce delle immagini delle strade piene di gente anche dalle sue parti, che di certo non si possono telecomandare migliaia e migliaia di persone. Questo è vero, è un pensiero condivisibile quello di Zaia, ma allora cosa quale sarebbe la soluzione? Ci si affida soltanto al buonsenso degli italiani?

LEGGI ANCHE >>> Roma, folla e zero distanziamento in metro: Così il coprifuoco è inutile

Gente in strada, negozi pieni: Cosa succede in questi casi?

Cosa dovrebbe succedere in questi casi? O meglio, quale dovrebbe essere l’atteggiamento di chi controlla, di chi fa le leggi in questo caso. L’epidemia non è certo finita, i numeri stanno scendendo, è vero, ma questo non vuol dire che i rischi siano diminuiti. E allora cosa succede? O meglio, cosa succederà nei prossimi giorni? Quando si entrerà nel vivo delle feste.

Succederà probabilmente che si fingerà che nulla sia mai successo, ci saranno migliaia di persone in giro per l’Italia, probabilmente qualche disagio legato ad esempio ai mezzi pubblici, ci saranno tante mascherine colorate, tranquille e beate in ogni angolo di strada. Il problema sarà dopo, augurandosi che possa andare tutto bene, stavolta davvero però.