“Tornerà e faremo una festa” Non è più tornata, morta di Covid a 14 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:11

La ragazzina era stata al centro delle cronache per un’operazione di Polizia nella quale è stata ammanettata tra urla e lacrime.

Destino beffardo per lei, poco più che bambina ma che era dovuta diventare donna troppo presto. Aveva solo 11 anni quando era stata ammanettata dalla Polizia per un reato che nè lei nè la sua famiglia avevano commesso. Un quartiere difficile dove per farsi strada occorre prendere a spallate il mondo. Poi il Covid che ha fermato tutto, anche la sua voglia di correre. Il virus le ha rubato anima e vita e oggi la piangono non solo i familiari ma tutta una comunità distrutta dalla notizia.

E’ stata la nonna a comunicare sul web la dipartita. “È con un cuore estremamente pesante che devo dire a tutti voi che la mia bella, sfacciata e intelligente nipote amorevole è tornata a casa per stare con Gesù, ha scritto Alisa Niemeyer sul sito di raccolta fondi GoFundMe. Bella, sfacciata, intelligente: era tutto questo Honestie, diventata donna per forza.

La raccolta fondi era stata promossa per aiutare la famiglia di Honestie a coprire i costi delle cure perché sua madre ha dovuto smettere di lavorare mentre sua figlia era ricoverata in ospedale. “Un giorno avrebbe potuto essere il vicepresidente o forse il presidente”, ha detto la nonna alla stazione di notizie locale Wood TV .

LEGGI ANCHE >>> Ines muore a 14 anni: aspettava un cuore nuovo come una regina aspetta il suo re

“Tornerà e faremo una festa” Non è più tornata, morta di Covid a 14 anni: quel giorno che fu ammanettata e urlò la sua paura (VIDEO)

La nonna di Honestie ha raccontato che la nipote è risultata positiva al Covid-19 il 9 novembre, giorno del suo compleanno, ed è stata rimandata a casa sua a Grand Rapids. Ma la notte stessa è stata portata d’urgenza in ospedale in ambulanza dopo aver avuto dolori di stomaco. Poi è finita in terapia intensiva. “Sai, abbiamo pensato: Starà meglio lei tornerà a casa e faremo una festa di compleanno”. Ma non è mai più tornata.

Honestie fu vittima di un’operazione di Polizia nel dicembre 2017. Aveva 11 anni, sua madre e un altro parente avevano lasciato la loro casa per andare a fare spese, quando gli agenti di polizia li hanno affrontati con le pistole. Gli agenti stavano cercando una donna bianca di mezza età sospettata di un accoltellamento, ma avevano fermato la piccola Honestie.

Le riprese Video hanno mostrato Honestie che piangeva e urlava “No, per favore” mentre gli agenti la ammanettavano. Guardate.

 

LEGGI ANCHE >>> Gli ultimi giorni di Diego Armando Maradona: dall’operazione alla disputa familiare