Coronavirus, Lopalco: “Tra dieci giorni ci toccherà solo pregare”

Pier Luigi Lopalco ha spiegato il suo punto di vista rispetto alla situazione che in queste settimane tocca l’Italia.

Pier Luigi Lopalco
Pier Luigi Lopalco (Facebook)

Assessore alla Sanità della Regione Puglia, l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco ha spiegato il suo punto di vista in merito alle decisioni che in queste ore, il nostro Governo, pare sia obbligato a prendere circa eventuali ulteriori restrizioni, per provare a contenere l’andamento sempre crescente negli ultimi giorni dei contagi di Covid19. Anche per Lopalco la situazione è molto critica ed occorre intervenire il prima possibile.

Lopalco ha spiegato quella che potrebbe essere definita la sua ricetta, e cioè studiare quali sono le dinamiche che creano maggiore assembramento e provare a fermarle, qualcosa di molto localizzato che secondo l’assessore riuscirebbe quantomeno a contenere in contagi in una determinata area geografica o in una piccola realtà. Di fatto, questa linea ha portato alla tanto criticata chiusura delle scuole nella regione Puglia, da parte del governatore Emiliano.

LEGGI ANCHE >>> Michele Emiliano chi è il magistrato che regna in Puglia? Età, Carriera, moglie

Lopalco sulla questione scuola in Puglia: “Ho deciso io per la chiusura”

Lopalco ha inoltre spiegato che la scelta di chiudere le scuole in Puglia è stata sua, e che viene proprio dalla considerazioni fatte in merito alla trasmissibilità del virus anche solo all’esterno di un contesto come quello della scuola. Tra mamme o padri che vanno e vengono che si incontrano e parlano, la trasmissibilità è potenzialmente alta. Da qui la decisione di chiudere le scuole, non credo possano esserci problemi per i ragazzi, al limite possono recuperare a Natale, spiega Lopalco.

La soluzione quindi, secondo Lopalco sarebbe quella di chiudere, di andare verso Lockdown anche locali, perchè al momento la situazione è davvero critica e se non si interviene si rischia di ritrovarsi tra qualche giorni ormai impossibilitati ad intervenire.

LEGGI ANCHE >>> Le ministre Bellanova e Azzolina contro la Puglia: riaprano subito le scuole