Renzi: “Dpcm inutili, senza di me oggi Conte lavorerebbe a scuola, non al Governo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

Matteo Renzi attacca il ‘suo’ Governo e soprattutto il premier Conte che aveva parlato di ‘giochini politici’ da Italia viva.

Dopo un attacco così, in ogno Governo che si rispetti, le alleanze andrebbero riviste subito. Ma in Italia, si sa, tutto si lascia passare purché si mantengano le poltrone. E allora capita che Matteo Renzi, che non ha percentuali così alte da poter pretendere di comandare, si lasci comunque andare a considerazioni molto pesanti su Conte e Co. E Renzi certe cose le vede da vicino tutti i giorni, non sono, le sue, chiacchiere da opposizione arrabbiata.

Il leader di Italia viva parte con la questione Dpcm, in un’intervista a Repubblica, afferma: “servono decisioni basate su valutazioni scientifiche e non su emozioni irrazionali. Dovremo convivere con il virus ancora per qualche mese: occorre organizzarsi in modo lucido, non con scelte improvvisate” e il “decreto è tecnicamente sbagliato perché non poggia su dati scientifici, ma sulle ansie di alcuni ministri […] “E’ un decreto che non riduce il numero dei contagiati, ma aumenta il numero dei disoccupati”.

LEGGI ANCHE >>> A cena in 90 contro Dpcm, arriva la Polizia: l’ultimo bicchiere poi arrestatemi (VIDEO)

Renzi: “Dpcm inutili, senza di me oggi Conte farebbe altro, non dpcm”

Parole forti quelle di Renzi, fortissime, che già saranno giunte agli orecchi degli alleati di governo. Cosa significa che i dpcm sono nati dagli ‘umori’ dei ministri? Se siamo ridotti così, c’è da avere paura. “L`utilità del Dpcm dal punto di vista sanitario è tutta da dimostrare, mentre è certo sia dannoso a livello economico e sociale” – afferma ancora.

Poi la frecciata al premier Conte. “Auspico che non si arrivi al lockdown, ma è più comprensibile un lockdown serio e spiegato bene come ha fatto Macron che non procedere con decreti continui come fosse una telenovela”. Conte accusa Renzi di ‘giochini politici’. “Questo modo sbrigativo di rispondere alle critiche mi sembra più adatto a un populista che a un premier. Che vuol dire giochini politici? Vorrei ricordare che senza i miei giochini politici di un anno fa oggi Conte farebbe il professore all’università di Firenze e in queste ore si occuperebbe di come funziona la didattica online da Novoli, non di Dpcm”.