Carlo Acutis, oggi la cerimonia di beatificazione: influencer di Dio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

Grande attesa per la cerimonia di beatificazione che si terrà ad Assisi che vedrà protagonista il giovane Carlo Acutis, la cui storia ha commosso ed interrogato.

Carlo Acutis salma
Carlo Acutis Salma (Facebook)

Carlo Acutis sarà santo, oggi. La cerimonia di beatificazione che avrà luogo nel pomeriggio presso la Basilica di San Francesco di Assisi, nel luogo che il ragazzo amava tanto, e dove ha scelto di essere sepolto. Era un ragazzo come tanti altri Carlo, giocava a pallone, amava il calcio, cosi come la montagna ed il sassofono. Andava in chiesa, amava stare con gli amici ed amava aiutare il prossimo.

Nel 2006 una leucemia fulminante spezzò la sua vita a soli 15 anni, ma la sua opera era stata troppo grande, Carlo aveva lasciato il segno nelle persone che aveva aiutato, convertito o anche solo incontrato. In suo nome iniziarono ad essere organizzate preghiere, si inizia a chiedere la sua intercessione, come in Brasile, dove un bambino con una grave malformazione al pancreas guarisce miracolosamente, questo è il miracolo che lo renderà beato.

LEGGI ANCHE >>> Papa Francesco firma la sua terza enciclica: troppo razzismo, Fratelli tutti

Carlo Acutis oggi sarà santo: le parole della madre

Nel racconto della madre di Carlo, c’è tutta la grandezza di questo piccolo grande uomo. “Influencer di Dio”, l’ha definito la donna, un ragazzo che portava il cibo ai senza tetto già a dieci anni, li conosceva uno ad uno, li incontrava durante i suoi percorsi in bicicletta. Generoso altruista, aiutava la stiratrice di casa per consentirle di finire presto il lavoro e raggiungere prima la sua famiglia. Amava la vita, ed amava l’informatica.

Realizzava video, cartoni animati, imparando tutto da autodidatta, con libri che i genitori acquistavano al Politecnico di Milano. Si sentiva vicino a Dio, vicino a San Francesco, questo era Carlo Acutis, ed oggi sarà beato.

LEGGI ANCHE >>> Il miracolo di Carlo Acutis, presto Santo: aperta la tomba, il corpo è intatto